Bambole, bambolotti e gormiti

Cosa porterà Babbo Natale quest’anno sotto l’albero? Come sempre la scelta è vasta anche se in verità ci sono poche novità e molte conferme. Sicuramente ancora tanti peluche, per lo più cani e gatti robot che camminano e fanno versetti per la felicità dei più piccoli, anche se pare che qualche genitore, stufo dei petulanti miagolii meccanici, preferisca regalare cuccioli in carne e ossa. E poi tantissime bambole e bambolotti. Il trend dei produttori in questo settore vede lo sviluppo sempre maggiore di bambole corredate da accessori, che non solo piangono, ridono, parlano, ma che mangiano la pappa e si mettono sul vasino. Proprio così, sugli scaffali troverete una sfilza di bambolotti, in prima fila il più gettonato Ciccio Bello seguito dalle varie Sbrodolina, Baby Eva, Baby amore.

Passando alle più sofisticate fashion dolls, le bambole alla moda che fanno sognare le bambine, il duello è sempre fra Barbie, reginetta incontrastata di questo mondo rosa fatto di vestitini, accessori e play set e rilanciata non solo dalla pubblicità ma questa volta anche da due film per la tv in onda a dicembre, e le Winx in versione natalizia, con tanto di slitta, cane husky e on ice con i pattini.
Per i maschietti, neanche a dirlo, la parte del leone è rappresentata dai Gormiti, gli indomiti signori di Gorm e imbattibili campioni di vendite grazie ai milioni di pezzi venduti. Vero e proprio fenomeno di costume, spopolano tra i bambini e collezionisti adulti, rafforzati quest’anno anche dai cartoni animati trasmessi in televisione, e rimangono in vetta ai desideri dei ragazzini con la nuova isola e il destriero.
Molto in voga, infine, per questo Natale, le scatole di costruzioni, di personaggi e ambienti: sarà un vero boom.