Scritto da Rossana De Caro |    Novembre 2009    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Chi lo legge questo libro? Forse dovrebbero leggerlo tutti, ci viene da dire, o almeno in molti, perché rappresenta la voce diversa e piena di coraggio dei protagonisti: madri, padri, fratelli che raccontano la loro esperienza con i loro cari affetti da sindrome di Down.

Il libro in questione è Chi lo legge questo libro? Persone e sindrome di Down, ed. Mauro Pagliai, 8 euro, curato dallo scrittore Emiliano Gucci. Una pubblicazione che festeggia il trentennale di Trisomia 21, associazione onlus fiorentina fondata nel 1979 da un gruppo di famiglie, che si occupa di persone con sindrome di Down e della loro integrazione sociale.

Un "Libro Verità" che racconta storie di vite ordinarie fatte di lavoro, studio, amore e amicizia: proprio così, niente di più lontano da idee anacronistiche d'isolamento e rimozione, come purtroppo accadeva nel nostro paese neppure tanto tempo fa, negli anni '70.

È la storia di Tommaso, 8 anni, frutto di "una gravidanza vissuta con la consapevolezza della diversità"; Paola, nata negli anni ‘60, in uno scenario completamente diverso, un'infanzia segnata da amarezze e ingiustizie che è bene non dimenticare; Valentina, 28 anni, che oggi lavora in un'azienda informatica; Antonella, adottata da una famiglia speciale, un cammino non facile ma pieno di belle sorprese.

Così leggendo queste pagine, si dissolve il tabù di una vita a metà, senza gioia, e ci appare davanti una realtà fatta di forza e coraggio.

Chi leggerà questo libro? si domanda Lorenzo, sempre gli stessi?... oppure, come ci auguriamo, anche tanti altri.

Il libro è in vendita anche nello scaffale "Toscana da leggere".