Lucca Comics & Games festeggia 40 anni nel centro storico di Lucca

Scritto da Bruno Santini |    Novembre 2006    |    Pag.

Attore e giornalista. Attore teatrale (con esperienze al fianco di S. Randone, E. M. Salerno, A. Asti...), cinematografico (in film di Pieraccioni, Monicelli, Panariello, Vanzina...) e televisivo (in fiction come 'La squadra', 'Carabinieri 2", "Vivere", "Questa casa non è un albergo"...). Giornalista dal 1990, è anche speaker ed autore radiofonico. E' il conduttore del programma televisivo "InformaCoop".

Fumetti in piazza
Cifra tonda.
Con l'edizione 2006 di Lucca Comics & Games (1-5/11 la mostra mercato, mentre le mostre espositive rimangono aperte fino al 12 novembre) la città toscana festeggia 40 anni di matrimonio con il fumetto. Al direttore artistico della manifestazione, Renato Genovese, chiediamo di sintetizzarcene un bilancio.
«Io sono solo l'ultimo dei direttori della manifestazione che, nel corso del tempo, è stata promossa per lunghi anni dall'associazione culturale Immagine, quindi dall'Ente Garnier e poi dall'attuale gruppo di lavoro, coordinato da me a partire dal 2000. Nonché, ovviamente, dalle varie amministrazioni di Lucca, che hanno ininterrottamente promosso o finanziato questo "matrimonio". Mi riesce difficile, quindi, esprimere giudizi che, in ogni caso, sarebbero solo positivi: se siamo qui, adesso, a parlare di Lucca e di fumetti, vuol dire allora che l'obiettivo è stato raggiunto, con l'aiuto e la collaborazione di tutti coloro che ci hanno lavorato o ci lavorano tutt'oggi».

Qual è la cosa di cui va più fiero dell'edizione 2006?
«Il fatto che la manifestazione si svolga nel centro storico di Lucca: è una scenografia incredibile. Il programma di quest'anno, purtroppo (o per fortuna dei visitatori), è troppo ricco per scegliere un evento o una mostra in particolare. Mi limiterò a qualche numero e a qualche nome.
Oltre 6000 mq di mostra mercato con circa 300 editori, distributori, collezionisti e librerie specializzate nel fumetto, nella comunicazione per immagini e nel cinema d'animazione. Cito solo qualcuno: la Disney, la Bonelli, la Marvel e così via. Lo scorso anno sono intervenuti oltre 200 autori di fumetti italiani e stranieri... Non oso pensare a quanti ce ne saranno quest'anno, in occasione dei festeggiamenti del quarantennale!».

Ci racconta un aneddoto significativo accaduto nell'ambito di una qualsiasi delle edizioni di Lucca Comics?
«Mi piace ricordarne uno che mi riguarda personalmente: la prima intervista della mia vita fatta ad un disegnatore di fumetti. Era il 1979, e per Radio Lucca 2000 incontrai Hugo Pratt, l'autore, fra le altre cose, di Corto Maltese. Ero con Graziano Frediani (ora saggista, giornalista e redattore alla Sergio Bonelli Editore): lui aveva 22 anni, io 29, e Pratt era all'apice della sua inarrivabile carriera di disegnatore e di scrittore. Un grande uomo, che avrebbe dato ancora tanto alla letteratura disegnata - purtroppo solo fino al 1995, anno della sua morte - e che soprattutto ci ha lasciato tantissimo, come tantissimo dette a noi due intervistatori alle prime armi, con la massima semplicità ed una naturalissima carica di umanità. Alla fine lo accompagnammo in centro con la mia R4 e lui rimase per un po' intrappolato nel posto di dietro perché avevo le sicure degli sportelli bloccate per la sicurezza della mia prima figlia. Insomma, ho cominciato tardi e un po' da pasticcione, ma credo di non aver cominciato male».

Il programma completo è su www.luccacomics.com. Nel corso di "Lucca Comics & Games 2006", inoltre, verrà presentato un curatissimo volume di grande formato e ampia foliazione che racconterà, attraverso cronache, ricordi e immagini, la storia di questi 40 anni.



L'intervistato:
Renato Genovese, direttore artistico Lucca Comics & Games

Lucca segreta
Ultime visite guidate alla Basilica di San Frediano e all'ex chiesa di San Quirico all'Olivo, il 3 e 10 dicembre: a 5 € visita e degustazione di prodotti tipici.
Info: Tamata Viaggi, tel. 0583 950655