Il marzolino del Caseificio di Sorano

Scritto da Melania Pellegrini |    Marzo 2014    |    Pag. 14

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Alcuni tipi di formaggi sono stagionali, proprio come la frutta e la verdura. Questo è il caso del pecorino marzolino, un formaggio fresco di pecora, tipico appunto della primavera. In offerta per i soci in questo periodo, si potrà acquistare il Marzolino proveniente dal Caseificio di Sorano, azienda locale del grossetano, molto apprezzata e conosciuta per i suoi formaggi freschi e stagionati e per il suo stracchino.

Si tratta di un caseificio toscano, con un centinaio di aziende associate, dove lavorano oltre 30 persone. Il latte usato è tutto italiano e proviene dalla provincia di Grosseto e da quelle limitrofe.

Per fare questo formaggio si pone una particolare attenzione all’erba dove pascolano le pecore, si tratta di pascoli poco seminati con erba che cresce spontaneamente proprio con l’inizio della bella stagione, ai primi di marzo.

Il marzolino è un formaggio tipico toscano e il suo nome deriva appunto dal periodo in cui viene tradizionalmente fatto. Per questo si trova in vendita solo da marzo a tutta la primavera. «Per scelta non lavoriamo con prodotti congelati o sottovuoto, che sarebbe l’unico altro modo per avere un formaggio fresco di pecora in estate, perché in estate le pecore non fanno il latte. Sarebbe come mangiare una ciliegia di gennaio, non avrebbe lo stesso sapore», spiega il presidente del Caseificio Luciano Nucci.

I formaggi di pecora freschi sono diversi da quelli stagionati non solo per il sapore e la morbidezza ma proprio per il processo di produzione a cui sono sottoposti come l’asciugatura e il taglio della pasta. In particolare il Marzolino del caseificio di Sorano ha un sapore delicato grazie al fermento utilizzato, che gli dona anche una caratteristica colorazione, e alla breve maturazione.

Adatto a essere mangiato nelle insalate, da solo o unito al miele o a marmellate dal gusto pronunciato, va provato anche impanato e fritto o cotto alla griglia, come vuole la tradizione.

Dal 1° al 15 marzo il Marzolino pecorino sarà in offerta solo per i soci presso tutti i nostri punti vendita


Notizie correlate

Formaggi sul podio

Il pecorino "Oro antico" e il muffettato "Guccio" del Forteto eletti fra i migliori prodotti caseari a livello mondiale


il pecorino con le ali

Arrivano i formaggi con la farfallina bianca, il marchio di qualità per i prodotti da agricoltura integrata


Marzo al super

Pecorino marzolino e insalatine primavera