Mobili in teak
Etnici e antitarlo

Più che una moda è ormai uno stile. I mobili etnici e coloniali, con il loro carico di suggestioni di culture diverse e lontane, sono entrati nelle nostre case e, come dimostra il mercato in crescita, sono sempre più apprezzati, anche per la convenienza qualità-prezzo.

Caratterizzati da linee sobrie ed eleganti, con quel tocco di esotico, si inseriscono facilmente in qualsiasi tipo di arredamento, sia classico che moderno, al posto magari dei più costosi articoli di design o pezzi di antiquariato. Danno un tocco di ricercatezza e di personalità all'ambiente, ma senza invadenza.

La scelta è molto varia. Armadi, vetrine, cassapanche, sedute, bauli, scrivanie, chaise longue, ribaltine, dormeuse, pezzi insoliti che arrivano da India, Cina, Birmania, Indonesia, Africa, Messico.

Vengono scovati perlopiù nei mercatini o magazzini locali e mantengono intatto il fascino dei luoghi di provenienza, di cui racchiudono le tradizioni e la storia. I mobili coloniali ci riportano alle rotte di Oriente, alle colonie europee in paesi lontani il cui destino si è intrecciato ineluttabilmente con quello del vecchio continente.

Prodotti tra la fine dell'800 e la prima metà del '900, con tecniche artigianali, questi mobili risentono nelle loro linee estetiche dell'impronta europea che si miscela con legni tipici locali, come il pregiatissimo e indistruttibile teak (non tarla), il palissandro, il mogano, il sesamo, talora intarsiati e rifiniti con eleganti colori.

Fotocamera digitale
Immagini hi-tech

L'hi-tech ha conquistato tutti. Lo dimostra il boom delle fotocamere digitali che, giunte alla quinta generazione, hanno sempre maggiori funzionalità e non si limitano più a generare soltanto foto per il web o per essere stampate tramite pc (con qualità, tra l'altro, decisamente buona).

L'interesse per l'immagine in forma elettronica appassiona operatori e non. I vantaggi della fotografia digitale sono noti: la trasmissione dell'immagine su pc o modem, la stampa immediata della foto (senza il costo aggiuntivo dello sviluppo e della stampa), la possibilità di vedere ed editare subito gli scatti con il pratico monitor, sul computer o con la stampante, oppure di cancellare l'immagine.

In pratica questo tipo di prodotto è utile per tutti coloro che vogliono unire a dei risultati di alto livello la convenienza della fotografia digitale.

Tecnicamente le immagini digitali sono catturate da una griglia di quadratini detti pixel (picture element, ovvero elemento dell'immagine). A ciascun pixel viene assegnato un certo numero di colori: maggiore è il numero di pixel, maggiore è la precisione con cui l'immagine viene rappresentata.

E' l'ideale per molti professionisti, per la versatilità e rapidità operativa in campo tecnico, medico, assicurativo, per realizzare immagini con eccellente risoluzione che possono essere immediatamente trasmesse via cavo, elaborate, inserite in un impianto grafico, catalogate e inviate via e-mail.
Ma è sempre più diffuso, grazie al costo contenuto di fotocamere di buon livello e al diffondersi nelle famiglie del pc, l'uso domestico e ricreativo della fotografia digitale.

Anche le fotocamere digitali di basso costo hanno la possibilità di espandere la loro memoria interna tramite schede apposite (Compact Flash Card, Smart Media Card, Secure Digital Card, Memory Stick) al fine di ottenere foto con una risoluzione talmente buona da poter essere tranquillamente paragonate a quelle ottenute con macchine tradizionali.

Le fotocamere digitali sono collegabili a personal computer tramite cavo Usb (Universal serial bus), con cui si possono scaricare le foto memorizzate sull'hard disk.