Un premio per le azioni di pace nel mondo, in ricordo di Tiziano Terzani

Scritto da Rossana De Caro |    Dicembre 2012    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Domenica 16 dicembre, alle 16, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, avrà luogo la cerimonia di premiazione del "Premio letterario Firenze per le culture di pace", dedicato a Tiziano Terzani, istituito dall'associazione Un tempio per la pace. Verranno premiati 6 inediti, un edito e sarà assegnato il premio "Una vita per la pace". Il premio, giunto alla 7ª edizione, si richiama all'eredità spirituale lasciata dallo stesso Terzani, giornalista, scrittore, filosofo, che ha dedicato tutta la vita allo studio e alla conoscenza di culture diverse e al sostegno della pace, un insegnamento morale ed etico quanto mai importante ancora oggi.

«Sono particolarmente soddisfatto dei risultati di questa edizione del Premio - afferma Marco Romoli, presidente dell'associazione Un tempio per la pace -. Grazie alla presidente del premio, Angela Terzani, che due anni fa suggerì di modificare il bando, oggi abbiamo non più scritti generici sul tema della pace, bensì testimonianze di esperienze concrete».

La positiva conferma di questa scelta è nei risultati: «Sono preziose esperienze personali effettuate in campi diversi: da quella dell'impegno in missioni di volontariato, spesso difficili in paesi lontani coinvolti in conflitti, a quelle di un insegnante italiano nei paesi del Corno d'Africa; a quelle di un immigrato senegalese nel nostro paese».

Per l'edito il premio è stato assegnato ad Andrea Baranes, presidente della Fondazione culturale responsabilità etica della rete di Banca etica, autore di un saggio sul tema della finanza, dal titolo Finanza per indignati, edizione Ponte alle Grazie, in cui spiega, con chiarezza, i meccanismi della finanza speculativa, quelli che determinano la ricchezza di pochi e la rovina di molti, appoggiati dal sostegno delle banche e delle istituzioni. «Baranes parla di quella finanza irresponsabile - precisa Romoli - che tiene nelle sue avide mani le sorti di popoli e nazioni. Non si possono fare i conti col problema della pace se non si affrontano queste tematiche nate soprattutto negli ultimi venti anni che troppo spesso passano sulle nostre teste di vittime inconsapevoli».

Il premio "Una vita per la pace" è stato invece assegnato a Bepi Tonello, un italiano, veneto per la precisione, che da quarantadue anni vive in Ecuador, «aiutando con entusiasmo - afferma Romoli - i campesinos, lo sviluppo e la crescita civile delle popolazioni andine con l'impiego soprattutto del microcredito, sostenuto anche dalle banche di credito cooperativo».

Per la sezione "Un progetto di pace" è stato scelto il progetto "Annulliamo le distanze", destinato a una casa famiglia di Asmara, che si occupa di alcuni bambini malati di Aids.

Nel corso della premiazione sarà presentata la pubblicazione dal titolo Racconti per la pace: il volume raccoglie i testi premiati per l'inedito, a cura dell'associazione Un tempio per la pace e della commissione giudicatrice del Premio. Nel corso della cerimonia, l'attrice Cecilia Gallia leggerà alcuni brani dei testi vincitori. L'ingresso è gratuito. Interverranno Angela Staude Terzani, il professor Marco Marchi dell'Università di Firenze, coordinatore scientifico del Premio, e Marco Romoli.

 

Info: Associazione Un tempio per la pace c/o Liceo artistico L.B. Alberti, via Magliabechi, 9 - 50122 Firenze; 0552476004; fax 0552268690;  3394173319; www.untempioperlapace.it; segreteria@untempioperlapace.it

www.premiotizianoterzani.it

 


Notizie correlate

Dalla meccanica alla cultura

La Biblioteca San Giorgio di Pistoia, ricavata dai vecchi capannoni della Breda


Il racconto che Strega

Dall'unità italiana le vicende di due famiglie toscane e dei loro discendenti


L'ultimo giro

Il libro, uscito pochi mesi prima della scomparsa dello scrittore fiorentino, è un inno alla vita. Presto un film documentario


L’ultimo Tiziano

Angela Staude, compagna di vita di Terzani, racconta la difficile ma bellissima eredità spirituale lasciata dal giornalista e scrittore fiorentino


Scuola in montagna

Dall’Orsigna alla valle del Bisenzio: luoghi e mestieri di una Toscana quasi dimenticata


Un'altra impresa è possibile

Il dibattito intorno al libro di Turiddo Campaini