Scritto da Edi Ferrari |    Giugno 2008    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Arezzo
Poesia all’anfiteatro

Per Kafka era una “malattia”, mentre per Borges l’avvicendarsi dei versi era “una successione di esercizi magici”. Cercare di imprigionare la poesia in un’unica definizione, buona per tutti, è non solo impossibile ma anche inutile. Fatto è che questo genere letterario sta vivendo un vero e proprio boom, con la crescita esponenziale non solo di aspiranti poeti ma anche di lettori e festival.

In Toscana l’appuntamento è con “Arezzo Poesia”, festival internazionale alla sua seconda edizione, che si tiene il 14 e 15 giugno. Nato con l’obiettivo di avvicinare pubblici di tutte le età e destinato anche ai non addetti ai lavori, “Arezzo Poesia” propone moltissimi appuntamenti, tutti all’Anfiteatro: dall’anteprima nazionale della lezione spettacolo sui pittori poeti di Luca Scarlini allo spettacolo di Andrea Chimenti su Ungaretti, maratone poetiche, un “poetry contest” (una sorta di battaglia di improvvisazione poetica), dibattiti, incontri. E in collaborazione con l’azienda agricola Montevertine, quest’anno si svolge anche la prima edizione del Premio “Sergio Manetti”.

Ma questo è solo uno dei festival organizzati dalla Scuola di Narrazioni “Arturo Bandini” di NausiKa: ci sono anche Narrazioni 2008 “Libera tutti” a Poggibonsi (Siena), fino al 2 giugno (tra gli ospiti anche il cantante Caparezza, nella foto), e Arezzo Festival, uno tra i più importanti festival internazionali di teatro universitario, che vede ospiti compagnie di tutto il mondo. Organizzato in collaborazione con l’Accademia internazionale dell’Arte di Villa Godiola, si svolge dal 13 al 19 giugno ad Arezzo e provincia.

Unicoop è fra i partner di tutti questi eventi.
Info: Associazione NausiKa, tel. 0575380468, www.narrazioni.it

 

Siena
Artisti alle fonti

Sette giorni di performance, concerti, incontri, dj set e incursioni artistiche in uno degli angoli di Siena tutto da riscoprire, le Fonti di Pescaia, una delle molte fonti medievali della città: dal 20 al 27 giugno torna per la sua quinta edizione “Voci di fonte”, festival organizzato dal Comune e dal Centro di ricerca e produzione teatrale laLut.

Un calendario ricco di nomi e proposte, dal concerto della Siena Jazz Big Band diretta da Klaus Lessmann e ospitata dal festival in occasione della Giornata Europea della Musica (il 21) alla dissacrante comicità del duo Tony Clifton Circus (il 20), alla performance “Io” di e con Antonio Rezza (24). Certamente molto atteso è l’appuntamento con “f. – à Léo”, concerto nato da un’idea del pianista Roberto Cipelli, e omaggio al cantautore francese Léo Ferré: il concerto vede la partecipazione speciale del cantautore Gianmaria Testa e del poeta della tromba Paolo Fresu, oltre dello stesso Cipelli al pianoforte, di Attilio Zanchi al contrabbasso e Philippe Garcia alla batteria (23). Insieme ai momenti di spettacolo veri e propri, anche conferenze, sezioni video, visite guidate, bookshop e incontri con gli artisti per un aperitivo nel bar-dj set.

In ogni sua edizione il Festival ha sostenuto attività etiche e solidali: quest’anno saranno distribuiti al pubblico, grazie alla collaborazione con la Coop Grondaie di Siena, degli economizzatori idrici per sensibilizzare alla riduzione dei consumi. Per i soci Coop c’è anche lo sconto sul biglietto d’ingresso (5 euro invece di 8).
Info e prenotazioni tel. 33 9647660, www.vocidifonte.org

 

Prato
Sport da museo

Dai costumi da atletica in pelo di foca degli anni ’30 alla DPS Airbag Jacket (una giacca, prodotta da Spidi per il motociclismo, con airbag integrato sul collo); dai costumi da bagno in maglia di lana (correva l’anno 1910) ai capi con tecnologia “body-mapping”, che permette un preciso controllo climatico delle diverse zone del corpo durante l’attività fisica. Questo e molto di più è “Superhuman performance. L’evoluzione del tessuto per lo sport”, la mostra dedicata ai tessuti per lo sport che si apre il 19 giugno, in concomitanza con Pitti Immagine Uomo, e che prosegue fino al 30 novembre al Museo del Tessuto di Prato.

Una settantina tra capi di abbigliamento, divise, tenute sportive e complementi provenienti da oltre trenta aziende italiane e internazionali tra le più importanti del settore - oltre che da archivi privati e da musei specializzati - mostrano lo sviluppo dell’abbigliamento sportivo nel corso del Novecento, ed evidenziano come i materiali tradizionali abbiano gradualmente ceduto il passo ai tessuti tecnologici e alle fibre di ultima generazione.

Nella prima parte della mostra viene presentato il confronto tra capi storici dei grandi campioni del passato e prodotti di ultima generazione. Nella seconda sono invece protagoniste le grandi prestazioni che i moderni supereroi, i campioni dello sport, hanno ottenuto nelle più diverse discipline sportive grazie all’incredibile sviluppo della tecnologia tessile: la ricerca sulle fibre e sui tessuti ha portato infatti alla realizzazione di indumenti in grado di aiutare moltissimo le prestazioni dei campioni.
Sponsor della mostra è Pontetorto, azienda pratese leader nel settore tessile che con la sportsystem collection concentra l’attenzione su tessuti ad alto tasso di ricerca tecnologica.

Il Museo del Tessuto di Prato è in via santa Chiara 24, tel. 0574611503, www.museodeltessuto.it. Per i soci ingresso ridotto (3 € invece di 6 €).

 

Viaggi
Fra religione e attualità

Un tour in Terra Santa, nei luoghi di Gesù, alle radici della religione cristiana. Ma anche un tuffo nel presente tragico fra le difficoltà e la fatica della convivenza tra razze, lingue e religioni. Il muro che divide e separa Israele e la Palestina, I posti di blocco e la militarizzazione del territorio: un conto è vederli in  televisione e un altro è averli sotto i propri occhi e imbattersi in questi. Questo il viaggio proposto da alcune agenzie turistiche - Argonauta Viaggi, Willis Travel e Pam Vacanze - in collaborazione con l’Opera Romana Pellegrinaggi.

Il viaggio prevede un tour di otto giorni in alberghi di tre stelle, con pensione completa al prezzo per persona di euro 840,00 (in camera doppia) compreso il trasferimento in pullman a/r all’aeroporto di Roma Fiumicino; tasse aeroportuali escluse. Date di partenza previste 25 agosto, 22 settembre, 20 ottobre (per questa supplemento di euro 50,00).

Il programma dettagliato è nel catalogo “Gira il Mondo”, disponibile nelle agenzie di Toscana Turismo.
Il viaggio, come gli altri organizzati da Toscana Turismo,  dà diritto ai punti della raccolta per i soci Coop.

Info: Argonauta Viaggi, tel. 0552342777, www.cooptoscanaturismo.it