Visite guidate, teatri, concerti in Toscana

Scritto da Edi Ferrari |    Aprile 2004    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

MUSEO EGIZIO A TORINO
Arte, storia e danze

Eventi
Il Po come il Nilo, e Torino come Il Cairo. C'è molto, moltissimo Egitto in quella che è stata la prima capitale d'Italia, e Unicoop Firenze offre ai propri soci un tuffo, lungo un week end, alla scoperta delle magie dell'Africa che sono dietro casa nostra.
Tappa obbligata è il Museo Egizio, che con la sua ricchissima collezione è uno dei più importanti del mondo dopo quello del Cairo.
Fondato nel 1824 da Carlo Felice con l'acquisizione della raccolta del console di Francia in Egitto, il piemontese Bernardino Drovetti, e successivamente arricchito dagli scavi di Ernesto Schiaparelli, il museo documenta la storia e la civiltà dell'Egitto, dal paleolitico all'epoca copta, con pezzi unici e raccolte di oggetti d'arte e d'uso quotidiano e funerario.

I soci potranno conoscere anche un altro aspetto dell'Egitto: quello della gastronomia e della non meno antica e magica arte della danza. Ecco dunque la cena in un ristorante egiziano alla scoperta di "mezze" (assortimento di vari antipasti), "foul" (passato di fave e fagioli neri), "shami" (pane piatto e senza mollica), "kebab" (piatto a base di agnello arrosto), "kofta" (polpettine di carne di montone), "fatta" (agnello bollito con riso e pancotto), " falafel" (polpette fritte di fave macinate), e tante tante spezie. Cena, oltretutto, allietata da uno spettacolo di danza del ventre.

I week end programmati sono quelli del 24 aprile, e 1°, 15 e 22 maggio; partenza il sabato, visita guidata al Museo Egizio, cena in un ristorante egiziano con spettacolo di danza, pernottamento; la domenica visita a Torino e partenza.

Info e prenotazioni: Agenzie Toscana Turismo (CTC Prato).
CTC - Piazza Mercatale, 89 - Prato, tel. 057442215, ctc@toscanaturismo.net


DAL 3 APRILE AL 30 MAGGIO
Medioevo in Fortezza

Eventi 2
La Fortezza di Montecarlo (Lucca) ospita la mostra "In Illo Tempore. Medioevo a confronto: originali e ricostruzioni", che si propone di illustrare alcuni aspetti della vita medioevale.
Si potranno così scoprire l'abbigliamento, le ceramiche e gli oggetti in vetro, il mondo della scrittura (con l'esposizione di miniature, pergamene e manoscritti originali), gli strumenti musicali (in mostra diversi strumenti ricostruiti ripresi dall'iconografia: a fiato, ad arco, a pizzico, percossi, meccanici a manovella), le armi.
Nei vani dell'ex corpo di guardia saranno ricostruiti, con mobili e accessori, una cucina di ceto medio, una camera da letto di ceto nobile e due stanze adibite a bottega dello speziale.

Ciliegina sulla torta, una serie di rievocazioni storiche, tra le quali una giornata dedicata all'investitura di un cavaliere (1° maggio), alla falconeria (2 maggio), alla ricostruzione di un matrimonio medievale (16 maggio).
Proprio a queste rievocazioni i soci Coop potranno assistere, dopo aver visitato la mostra, al prezzo speciale di 5,00 €; mentre l'ingresso alla sola mostra, in un qualsiasi altro momento della sua apertura, costa 6,00 € invece di 8,00 €.

Info e prenotazioni presso le Agenzie Toscana Turismo (Harlem Viaggi).
Harlem Viaggi, via Monfalcone 28/30, Pistoia, tel. 0573 977455.

Per un assaggio virtuale: www.inillotempore.it.



MUSEO RICHARD-GINORI
L'arte della porcellana

Eventi 3
Le vicende storiche e quelle economiche, l'evoluzione della creatività e quella dei processi produttivi della porcellana: la visita al Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia (a Sesto Fiorentino, alle porte di Firenze) è un vero e proprio viaggio nel tempo dal XVIII al XX secolo.
Il museo conserva il risultato della secolare attività creativa della Manifattura.

La suddivisione delle collezioni in cinque periodi consente di ricostruire la storia delle evoluzioni artistiche del gusto nel tempo.

Eventi 4
Al "I periodo - Carlo Ginori 1737 - 1757" appartengono le porcellane decorate "a stampino", che rappresentano mazzetti di foglie e fiori; c'è poi "il galletto", uno dei decori più conosciuti e ripetuti a Doccia.
Il "II periodo - Lorenzo Ginori 1758 - 1791" è contraddistinto dal "biscuit" e dall'inizio dello stile Neoclassico. Le decorazioni si moltiplicano, tanto che negli anni Ottanta venivano prodotti 53 differenti serviti da caffè.
Il "III periodo - Carlo Leopoldo Ginori 1792 - 1837" è testimone dello stile Impero , che imponeva forme più lineari e severe.
Il "IV periodo - dal 1838 al 1896" è quello che vede la cessione della Manifattura al ceramista milanese Augusto Richard. La produzione di maioliche raggiunse un perfezionamento tale da poter riprodurre le famose maioliche rinascimentali e le antiche opere dei Della Robbia.
Il "V periodo - dal 1896" si apre con il rinnovamento stilistico introdotto dall'Art Nouveau. Infine il periodo di Giò Ponti, direttore artistico dal 1923 al 1930: un'intera sala del museo è dedicata alle ceramiche da lui ideate e divenute ormai modelli di eleganza e fantasia decorativa.

Questo il calendario delle visite guidate per i soci, sempre alle 16: ad aprile il 17, 18, 24, 25 aprile; a maggio il 2, 8 e 9. La visita guidata costa 5,00 €; nei normali orari di apertura del Museo, i soci hanno inoltre diritto ad uno sconto del 10 per cento sul biglietto d'ingresso.

Info e prenotazioni: Agenzie Toscana Turismo (Arcipelago Viaggi).
Arcipelago Viaggi, Centro*Sesto, via Petrosa 19 int. 20, Sesto Fiorentino, tel. 055444842



BOTTICELLI E FILIPPINO LIPPI
L'inquietudine e la grazia

E' una mostra di valore e spettacolarità straordinari, la prima al mondo per numero e qualità dei dipinti. La mostra al Palazzo Strozzi di Firenze propone oltre 60 opere provenienti da tutto il mondo, con contributi delle maggiori raccolte pubbliche e private, alcuni mai visti in Italia oppure assenti da moltissimi anni.
La parte di Filippino è del tutto nuova, con numerosi dipinti mai esposti in Italia e perfino un inedito scoperto negli Stati Uniti.

Per i soci è stata organizzata una serie di visite guidate al prezzo di 11,00 €, con questo calendario: ad aprile, il 20, 22, 24, 25, 26, 27, 28 e 30; a maggio, il 1°, 2, 3, 4, 6, 7, 8, e 9. Gli orari delle visite variano a seconda delle date: sono alle 10, 16, 17.30 e 21.
I soci hanno anche diritto al 10 per cento di sconto sul catalogo e all'ingresso ridotto alla mostra (6,50 €) durante tutto il periodo di apertura.

Info e prenotazioni: Agenzie Toscana Turismo (Argonauta Viaggi).
Argonauta Viaggi, lungarno Torrigiani 33 a/b, Firenze, tel. 0552342777



CONCERTI

Si chiama "Alta fedeltà" la convenzione per i soci Coop con la PRG, e dà la possibilità di ricevere un biglietto omaggio ogni cinque acquistati per cinque spettacoli diversi. La tessera Alta fedeltà può essere richiesta all'ingresso dei singoli spettacoli, mentre per prenotare il biglietto omaggio è necessario telefonare allo 055667566.

1 aprile
Amalia Grè
Firenze - Teatro Puccini

5 aprile
Articolo 31
Firenze - Saschall



TEATRO

Segnaliamo alcuni degli spettacoli in cartellone ad aprile, per i quali i soci Coop usufruiscono di ingressi in convenzione.

Al via l'edizione numero 67 del Maggio Musicale Fiorentino, che si apre con l'opera "Die Meistersinger von Nürnberg" (" I maestri cantori di Norimberga" ) di Richard Wagner, diretta da Zubin Mehta, al Comunale il 27 e 30 aprile e il 4 e 7 maggio. Da segnalare anche il concerto diretto da Pierre Boulez il 28 aprile.
Biglietteria Teatro Comunale di Firenze, tel. 055213535.

Al Saschall di Firenze, il 7 e 8 "Giuro di dire la varietà 2", di Sabina Guzzanti e Curzio Maltese. Due ore di spettacolo nelle quali la Guzzanti entra ed esce dai suoi personaggi: Berlusconi, D'Alema, Lucia Annunziata, Oriana Fallaci, Mentana... li interpreta, li apostrofa, li racconta, li fa interagire.
Teatro Puccini, tel. 055362067.

Uno spaccato dell'Italia padana di tragicomico crudele spessore; e soprattutto la visione critica e profetica di una società dove quello che conta è solo arrivare prima degli altri: è "Il dio di Roserio", romanzo di Giovanni Testori dal quale è stato tratto questo spettacolo in scena al Teatro Cantiere Florida di Firenze il 1° e 2 aprile.
Teatro Cantiere Florida, tel. 0557135357.

La storia di Antigone che si rivolta contro le spietate leggi umane per affermare le leggi divine diviene la base per un dramma didattico che lo spettatore deve cogliere con la ragione prima che con l'emozione: è "Antigone di Sofocle" di Bertolt Brecht, al Metastasio di Prato dal 14 al 18 aprile per la regia di Federico Tiezzi.
Teatro Metastasio, tel. 0574608501.

Il 16 e 17 aprile recupero, al Politeama di Cascina, dello spettacolo di Sabina Guzzanti inizialmente previsto a febbraio. Da segnalare anche "Gente di plastica" di Pippo Del Bono il 6 e "Porcile" di Pierpaolo Pasolini il 18.
Teatro Politeama, tel. 050744400.