Scritto da Edi Ferrari |    Settembre 2003    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Castel di Poggio
Dalla musica alla tavola
Suoni rinascimentali e ritmi sudamericani in concerto. E a seguire cena

Si comincia con della buona musica, inedita o raramente ascoltata; si prosegue a tavola, protagonista la cucina toscana. Castel di Poggio (via di Vincigliata 4, Fiesole) ospita due serate che ripercorrono 600 anni di storia musicale, da Lorenzo il Magnifico ai compositori del '900. E' quanto propone la quarta edizione del Festival di Castel di Poggio, organizzata dall'Agimus (Associazione giovani musicisti) di Firenze, sabato 20 e 27 settembre. Per l'occasione verranno eseguiti brani tratti da antichi manoscritti riscoperti nei conservatori di Firenze e Cesena e alcune prime assolute su temi popolari toscani. A seguire cena rinascimentale, ispirata alla cucina di casa Medici, e piatti tradizionali della civiltà contadina, il tutto curato da Gerist ricevimenti, azienda leader nel settore della ristorazione e del catering.
Sabato 4 ottobre, invece, è di scena il Sudamerica, con musiche, canti e balli di Astor Piazzolla e di altri autori cubani, che introdurranno ad una tipica cena argentina, anche questa preparata da Gerist.
Per i soci Coop l'ingresso a 'Toscana com'era' e a 'Noche latina' - questi i nomi delle due rassegne - è a sconto.
Info: Agimus, via della Piazzola, tel. 055580996, www.agimusfirenze.it; Gerist, via Guelfa 112-116, tel. 0554633692. Prevendita Box Office, via Alamanni 39, tel. 055210804, e un'ora prima dello spettacolo.
Biglietti: intero 10 euro, per i soci Coop 6 euro

Eventi
Pistoia
Sculture in Villa
Visite guidate alla Fondazione Jorio Vivarelli

Una visita guidata alla Fondazione Jorio Vivarelli, tenuta da una guida esperta di storia dell'arte che illustrerà stile e significato delle opere esposte, ma soprattutto l'opportunità di incontrare l'artista stesso, ultimo grande testimone vivente dell'arte pistoiese del '900. Il 27 settembre, due gruppi di soci di Unicoop Firenze saranno accompagnati all'interno della sede di Villa Storonov - sulle colline a nord-ovest di Pistoia, dove si trova la Fondazione - dove potranno ripercorrere le tappe di una vita dedicata all'arte nel corso di ben 70 anni di attività; e dove, al tempo stesso, potranno vedere lo stesso Maestro mentre è intento a lavorare attorno a nuove opere.
Le sale della Fondazione sono suddivise seguendo i periodi artistici dello scultore: "Periodo emozionale: l'uomo e la sua terra" (1933-1974) con opere giovanili in terracotta e pietra; "L'uomo e la società: i Cristi" (1954-1967) con i bronzi, i più conosciuti e apprezzati dal pubblico e dalla critica; "La Testimonianza" (1955-'66) con le opere nelle piazze italiane, europee, statunitensi e giapponesi; "Periodo Intrarealista" (dal 1963) con opere che sono frutto dell'esperienza del gruppo formato da artisti italiani e stranieri; "Le gemmazioni" (dal 1975) con sculture surreali ed astratte attraverso le quali l'artista esprime il suo inesauribile mondo interiore e le sue visioni attraverso le forme primitive ed evocative; "L'uomo nuovo" (1973-'86) con il suggestivo ciclo marmoreo che presenta in sette opere la genesi della vita. A queste si aggiungono sezioni varie, come quelle dedicate alle "Monete e Medaglie" e i bronzi di Vivarelli per il "Pistoia - Teatro".
Le due visite si terranno alle 10.30 e alle 17, massimo 30 persone per visita, e costano 6 euro. Prenotazioni presso le Agenzie Toscana Turismo (Harlem Viaggi).
Harlem Viaggi, via Monfalcone 28/30, Pistoia - tel. 0573977455