Si rinnovano i consigli delle sezioni soci. Un appuntamento importante per tutta la cooperativa

Sono la vera forza della cooperativa, la cerniera che lega l'azienda al territorio su cui opera. Un piccolo esercito di persone, che ancora credono nella forza delle idee e non esitano a mettere a disposizione parte del loro tempo libero per realizzarle.

E' tempo di elezioni
'Possiamo definirci il valore aggiunto di un'azienda che non guarda solo all'aspetto commerciale - dice Mirva Fiorini, consigliere della sezione soci di Empoli dove opera da oltre dieci anni -. Io vengo da una famiglia di cooperatori, per cui per me è stato naturale avvicinarmi a questo mondo. Ma mi rivolgo a quei giovani che hanno voglia di impegnarsi per tutelare la loro salute, l'ambiente in cui vivono: venite a darci il vostro contributo! La sezione soci è il luogo in cui le idee si concretizzano, e chissà quante ne potremmo realizzare se fossimo di più'.

Attualmente sono 730 i consiglieri che nelle 38 sezioni soci si occupano di educazione ai consumi ed educazione ambientale, realizzano progetti di solidarietà, organizzano iniziative culturali rivolte ai soci, promuovono attività ricreative, cercando di rinnovarsi e di stare sempre al passo con i tempi, magari frequentando un corso di informatica.

'Con il nostro lavoro incidiamo profondamente sulle scelte della cooperativa - dice ancora Mirva -. E' una sollecitazione quotidiana, dalla quale nasce un'attenzione permanente alle esigenze della collettività, che va ben al di là del semplice contributo economico'.

E' tempo di elezioni
Un impegno che ad Empoli, tanto per fare un esempio, ha portato a recuperare una discreta quantità di quelli che, in gergo tecnico, si chiamano 'prodotti difettati'. Sono merci assolutamente integre nel contenuto, il cui involucro però è stato danneggiato irreparabilmente e dunque non sono più vendibili. Solitamente finiscono al macero: da tre anni a questa parte, invece, vengono consegnate a chi ne ha più bisogno, grazie a una collaborazione con il Comune, l'Asl e la Publiser. L'apertura alle istituzioni e alle altre associazioni presenti sul territorio è un'altra costante nell'attività di una sezione soci Coop. Così è anche nel quartiere di Firenze Ponte di Mezzo-Rifredi, il più popoloso di Firenze con i suoi 120 mila abitanti.

'Siamo stati i primi in città ad organizzare il servizio di spesa a domicilio per gli anziani - sottolinea con orgoglio Silvano Vignini, che di quella sezione è consigliere -. Adesso siamo in grado di garantire circa 60 spese settimanali, per un totale di 2mila 200 spese all'anno, grazie all'aiuto di oltre 60 volontari'. Una vitalità contagiosa, come testimonia l'esperienza alle Piagge, una zona fino a poco tempo fa abbandonata a se stessa, povera di servizi. Ma è bastato dotarla di un supermercato e di una grande piazza per vederla rinascere.

E' tempo di elezioni
Ad aprile ritornerà l'appuntamento triennale per il rinnovo dei consigli: 'una scadenza importante, che vorremmo trasformare in un momento di grande partecipazione della nostra base sociale - conclude Luciano Rossetti, direttore settore soci e consumatori di Unicoop Firenze -. Il socio che opera nel consiglio ha l'opportunità di essere non solo un consumatore informato, ma anche un promotore di attività socialmente utili, impegnato a diffondere le iniziative della cooperativa. Recentemente è stato approvato anche un regolamento per il funzionamento dei consigli delle sezioni soci, in modo da coordinare e rendere ancora più incisiva la loro presenza sul territorio'.

Sono affissi, presso i punti vendita dell'Unicoop Firenze, i manifesti con i termini per la presentazione delle candidature e con le date di votazione per i consigli delle sezioni soci. Possono candidarsi tutti coloro che sono iscritti da almeno un anno nel libro soci della cooperativa.