Cento chilometri a piedi, da Firenze a Faenza. Test medici gratuiti in piazza

Scritto da Maurizio Fanciullacci |    Maggio 2002    |    Pag.

Giornalista

Da Firenze a Faenza di corsa. Con il cuore in gola e le analisi mediche in tasca. Dal pomeriggio del 25 maggio all'alba successiva, attraversando gli Appennini, chi con la volontà di aggiudicarsi il titolo italiano di categoria della federazione d'atletica leggera, chi con la voglia di stare in salute, chi con la gioia di stare insieme a una moltitudine di appassionati del podismo, di semplici curiosi, di amanti della natura.
Di corsa sugli Appennini
La '100 chilometri del Passatore' è questo, ma non solo. Per la trentesima volta si rievocano le gesta del contrabbandiere che, di gran carriera e intabarrato in un mantellaccio nero, nell'800 evitava dogane e gabelle tra la Toscana e lo stato Pontificio. Un ritorno al passato e una rinnovata parentela fra 11 Comuni, dal 1300 fino al 1865 (unità d'Italia) legati alla dominatrice Firenze. Il Passatore non è solo ricordo ed evento sportivo mondiale, ma anche convegni e iniziative per la salute. Intanto domenica 26 maggio si parlerà di trasporti, ferrovie, viabilità appenninica e inquinamento. Poi, vista l'atmosfera atletica, una settimana prima si parlerà di cuore e si potranno fare esami clinici gratis in piazza Santo Spirito e in piazza della Repubblica e in altre tre grandi piazze cittadine. Saranno allestiti dei punti medici dove tutti, gratuitamente, si potranno misurare la pressione e dove sarà analizzato il tasso di colesterolo nel sangue. In alcune postazioni, poi, saranno effettuati i test sotto sforzo. L'occasione è stata offerta dal Congresso nazionale di cardiologia per la lotta alle malattie cardiovascolari. La contemporaneità dei due eventi è stata voluta da Eugenio Giani, assessore allo sport del comune di Firenze.
'Vogliamo mandare un messaggio - ha dichiarato Giani - perché lo sport sia inteso anche come modo di vivere meglio e più intensamente la natura. Anche nella ricerca di un equilibrio che aumenti la qualità della vita. Siamo orgogliosi che Firenze ospiti questi due eventi, e che da Firenze parta la più bella corsa podistica del mondo'.
Tanto per scaldarsi i muscoli e per schiarirsi le idee sabato 18 maggio, alle 19, partirà una gara che attraverserà il centro cittadino di Firenze. Sarà una Corsa per il cuore, per quell'organo che tutti devono curare e controllare per vivere bene. Un cuore che una settimana dopo darà il meglio di se stesso nei protagonisti della '100 chilometri del Passatore'. La partenza è alle ore 15 da piazza della Signoria, l'arrivo è in serata - ma anche a notte fonda o all'alba - a Faenza, in piazza del Popolo. Con alle spalle Fiesole, Borgo San Lorenzo, il passo della Colla (913 metri sul livello del mare), Marradi, Brisighella. Un serpente di podisti di tutte le età, provenienti da tutto il mondo, con una foltissima rappresentanza toscana, che si snoderà tra i punti di soccorso e di ristoro. Lo scorso anno i partecipanti furono 1811, 880 dei quali (36 in più rispetto al 2000) giunsero a Faenza entro il limite massimo delle venti ore.