Appuntamento sul green con grandi campioni e giovani principianti

Scritto da Maurizio Fanciullacci |    Maggio 2000    |    Pag.

Giornalista

D'estate col golf
Prima era uno sport per pochi eletti, ora il golf rischia di diventare un passatempo di massa. Un tempo, frugando nei cespugli intorno alle buche o tuffandosi nei laghetti dipinti tra dolci e verdi declivi, i ragazzini andavano a caccia di palline da restituire a quei distinti signori con quelle scarpe così speciali e quei cappelli così snob. Ora su quei prati, intorno a quelle stesse buche e a quegli specchi d'acqua, i ragazzini sciamano e si sfidano strofinandosi le mani sudate ai jeans, puntando bene nell'erba le malridotte scarpe da jogging o gli scarponcelli militari. E i ragazzi giocano, impugnano le mazze, tirano senza paura, tanto la pallina se la vanno a riprendere da soli. Senza far tanto baccano però. Intorno alle altre buche giocano signore e signori di mezza età, tutti concentrati a non sbagliare un colpo. Oggi il golf è per tutti: riscuote sempre maggiori adesioni, e si mette a disposizione di chi lo vuole conoscere, di chi lo vuole vivere. Così a Scarperia, dal 18 al 21 maggio sul green del club di Poggio dei Medici, le campionesse - come le inglesi Trish Johnson e Samantha Head o le italiane Federica Dassù e Silvia Cavalleri - saranno impegnate negli Open italiani femminili, mentre tanti giovani e meno giovani si terranno pronti ad esercitarsi nei primi colpi di mazza. Sabato 20 e domenica 21 maggio, dalle 12 alle 15, i maestri della Federazione Italiana Golf saranno a disposizione di tutti quelli che vogliono provare a confrontarsi con questo sport. "Prova il golf" è il nome di questa iniziativa che è gratuita, come lo è l'ingresso per assistere alle gare. Un'attenzione particolare è comunque riservata ai giovani. E così per due mattine la settimana studentesse e studenti selezionati tra le scuole medie di Scarperia e di San Piero a Sieve potranno avere lezioni dagli istruttori. Ci sono poi lezioni collettive aperte a tutti: in gruppi fino a cinque persone, con la cifra di 150 mila lire, si possono avere sei turni di pratica sul campo con il diritto a frequentare il club per due mesi.
Il golf comunque conserva il suo aspetto di mondanità. Ed ecco allora un ulteriore richiamo verso Poggio dei Medici e gli Open: mercoledì 17 un torneo Pro-Am, ovvero tra professionisti e "amatori". Un appuntamento che vedrà impegnati anche personaggi noti del mondo dello sport, dalla campionessa del salto in lungo Fiona May a Beppe Baresi, ex capitano del Milan, campioni che spesso calcano quel green. A volte, quando ci sono i test della Rossa all'autodromo del Mugello, qualche partita al Poggio dei Medici la vanno a giocare anche i ferraristi Schumacher e Barrichello.