Viaggio virtuale sulle antiche strade romane

Scritto da Rossana De Caro |    Febbraio 2001    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Dal pesto alla polenta
Sono sei cd rom, realizzati dall'Istituto Geografico De Agostini e in vendita, a partire da questo mese e fino a novembre, presso tutti i supermercati Coop, a prezzi davvero eccezionali. Ogni cd è dedicato a un itinerario lungo una delle antiche strade consolari romane, ancora oggi quasi interamente percorribili. C'è un percorso virtuale, con una cartina illustrata dell'itinerario su cui vengono segnalate le diverse località e i vari punti di interesse di ogni area: artistici, gastronomici, ambientali, corredati da testo e foto e da un pianificatore stradale, che indicherà le distanze e le strade per arrivare nei posti desiderati. Si potrà così passeggiare virtualmente, cliccando su ciò che più ci affascina lungo il tragitto: resti archeologici, musei, monumenti, bellezze naturalistiche, tradizioni gastronomiche, prodotti e ricette tipiche dei luoghi che si incontrano per la via. Ci saranno anche delle preziose informazioni turistiche, molto utili per i viaggiatori, con elenchi di alberghi, camping e ristoranti, aziende di promozione turistica, treni, aeroporti. Oltre ai sei cd rom delle strade ce ne sarà un altro contenente la presentazione dell'intera collana, con un pianificatore di percorso interattivo per l'Italia.
Contemporaneamente, nei punti vendita Coop, saranno distribuiti gratuitamente degli opuscoli, con una serie di interessanti informazioni sui prodotti tipici delle diverse località e tante gustose ricette da sperimentare a casa propria oppure in uno dei ristoranti indicati e commentati da Slow food, che collabora a questa iniziativa.

Le sei strade in cd
Le grandi strade consolari sono state le prime importanti vie di comunicazione del nostro paese; furono realizzate in epoche differenti dai consoli romani, dei quali presero il nome. Servivano per collegare l'Urbe alle province, ed erano essenziali per la conquista e il controllo militare e amministrativo dei territori assoggettati. Seguivano per quanto possibile un tracciato rettilineo, per raggiungere il punto di arrivo nel modo più breve. Erano costituite da una massicciata robusta, spesso lastricata, e avevano una larghezza variabile tra i 19 e i 27 metri. Alla caduta dell'Impero Romano d'Occidente la rete delle grandi strade imperiali misurava oltre 100 mila chilometri.
Postumia. Fu costruita nel 148 a.C. dal console romano Spurio Postumio Albino. Attraversava l'Italia settentrionale da est a ovest, congiungendo Genova ad Aquileia.
Cassia. Prende il nome da Caio Cassio Longino. Collegava Roma a Firenze (Florentia) con un percorso di 273 km.
Flaminia. Il nome deriva dal suo costruttore Gaio Flaminio (220 a.C.). Era lunga 315 km e collegava Roma a Rimini.
Appia. Fu costruita da Appio Claudio Cieco, nel 312 a.C. Collegava Roma a Brindisi (532 km).
Aurelia. Prende il nome da Gaio Aurelio Cotta, che la costruì nel III secolo a.C. Collegava Roma ad Albintimilum, l'attuale Ventimiglia (873 km).
Emilia. Fu costruita dal console Marco Emilio Lepido (187 a.C.); partendo dalla Flaminia, a Rimini, arrivava a Piacenza. Fu prolungata fino ad Aosta, mentre un altro tronco giungeva fino ad Aquileia.

Cd rom itinerari: lire 3 mila per i soci, 5 mila per i non soci
Cd rom pianificatore: lire 1000 per i soci, 3 mila per i non soci

I fascicoli sono distribuiti gratuitamente, secondo questo calendario:
Febbraio, via Postumia
Marzo, via Cassia
Maggio, via Flaminia
Luglio, via Appia
Settembre, via Aurelia
Novembre, via Emilia