La scelta di un abete vero coltivato è un regalo per l'ambiente. I soci potranno comprare abeti provenienti dai vivai di Montemignaio (Casentino), contrassegnati da un tagliando di riconoscimento.

Si tratta di alberi coltivati appositamente per la commercializzazione, che non determinano l'impoverimento dei boschi, anzi, sono utilissimi per la salvaguardia e il rispetto dell'ambiente.

Infatti dopo la scomparsa dalle zone alto collinari e montane della produzione cerealicola, la coltivazione dell'albero di Natale è uno dei pochi presidi ambientali rimasti in grado di mantenere la stabilità su terreni che altrimenti rischierebbero l'abbandono con conseguente rischio, ad esempio, di frane.

Lo scopo di questa campagna è appunto quello di incentivare tale tipo di vivaismo che è di importanza vitale per l'equilibrio naturale di flora e fauna e per l'economia di certe aree di montagna della Toscana.


Notizie correlate

Garba di legno

Varietà, pregi e difetti del legno. Come riconoscerli, come sfruttarli al meglio



La mappa degli alberi

Le specie arboree privilegiate da un punto di vista micologico, per una "cerca" mirata


Legno: non basta la parola

Attenti alle "imitazioni". Una piccola guida per saperne di più, dalla fòrmica al massello