Mele dal Trentino che hanno conquistato il mondo

Scritto da La Redazione |    Novembre 2015    |    Pag.

Promozioni e novità

Le cifre fanno pensare ad una multinazionale colossale: 35 milioni di consumatori in quaranta nazioni, e ben due miliardi di mele Melinda all’anno che girano per il mondo. In realtà non è proprio così perché dietro le spalle di questo “frutto globale” ci sono tante cooperative (16) e migliaia di soci (ben 4000) riuniti in Consorzio, che fatturano 240 milioni di euro l’anno. I luoghi di produzione sono la Val di Non e la Val di Sole: le Melinda vengono da qui.

Per meritare il bollino e il marchio, le mele devono avere caratteristiche estetiche particolari: colore adeguato, assenza di ruggine, finezza della buccia e così via. Devono poi essere croccanti e avere un giusto rapporto fra zuccheri e acidi. Vengono coltivate secondo il disciplinare di produzione integrata, ovvero quel metodo che privilegia l’uso di mezzi tecnico-agronomici più naturali possibile, minimizzando l’impatto sull’ambiente.

Il Consorzio Melinda non è sempre stato capace di questa potenza di fuoco produttiva. La loro formula vincente è stata sicuramente l’aggregazione, gli investimenti in innovazione tecnologica e immagine commerciale.

Negli anni ’60 infatti nell’area vivacchiavano con scarsi risultati economici circa 5000 agricoltori; dopo un decennio nascono 40 piccoli depositi della frutta Val di Non e negli anni ’80 prendono vita 17 cooperative in lotta fra loro per conquistare il mercato. Ma nel 1989 i produttori capiscono che la scelta più conveniente non è farsi la guerra: nasce così il Consorzio Melinda.

Dal 1997 le vendite vengono gestite in modo centralizzato e vengono accorpati in questo unico centro tutte le funzioni strategiche: conservazione, controllo qualità, marketing e così via. Il marchio Melinda è diventato uno strumento di distinzione potente fra i consumatori, tant’è che la fidelizzazione è altissima. Almeno un “amante” di Melinda su quattro privilegia lei, solo lei, e continua a consumarla nel tempo. Una bella sicurezza nella vita!

(Laura D'Ettole)


Pacchi di Natale

Dolci e salati

Da novembre sono disponibili per i soci tre pacchi di Natale, due con prodotti dolci e uno con salati.

Nei primi ci saranno uno spumante italiano, l’Asti Fontanafredda, il vino Morellino di Scansano Doc, i cioccolatini Rocher Ferrero, i Ricciarelli alla mandorla, e si potrà scegliere fra panettone e pandoro, (entrambi delle Tre Marie).

Nel pacco salato si troveranno il Prosecco Leonardo, due tipi di pasta di semola, paccheri e vesuvio, i tortellini Fioravanti, carciofi sott’olio, il cotechino Casamodena, le lenticchie Colfiorito e il caffè Illy per moka.

I prodotti sono confezionati in una borsa shopping di feltro con sopra un proverbio toscano.

I pacchi di Natale per i soci sono disponibili presso tutti i punti vendita dal 12 al 20 novembre.


Cesto di Natale dell’Att

Il sapore della solidarietà

Da novembre nei punti vendita

Il cesto di Natale dell’Att (Associazione Tumori Toscana), ritorna con una confezione ancora più ricca ed elegante. Realizzato, come sempre, dall’Att in collaborazione con Unicoop Firenze, il cesto 2015 offrirà una gamma ancora più vasta di prodotti selezionati tutti all’insegna della qualità e tradizione.

Quest’anno ci sarà una grande novità, perché l’offerta raddoppia con due diverse tipologie di cesto. Uno a 29,90 euro, (di cui 5 a favore dell’Att), che conterrà prodotti classici dal vino, all’olio, al salame, dalla polenta al cotechino, e un cesto a 39,90euro, (di cui 10 sempre a favore dell’Att), che conterrà l’occorrente per allestire un tradizionale pranzo di Natale dall’antipasto al dolce.

A partire da fine novembre le confezioni saranno disponibili in tutti i punti vendita Unicoop Firenze e il ricavato dell’operazione sarà devoluto all’Associazione Tumori Toscana per sostenere il servizio di cure domiciliari oncologichegratuite offerto grazie a un’équipe di medici, psicologi, infermieri professionali e operatori socio-sanitari, reperibili 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno.

Info : Att Firenze, 0552466666