Al termine degli incontri organizzati dalla sezione soci di Empoli, nel carcere circondariale femminile, riceviamo dalle partecipanti questa breve nota che molto volentieri pubblichiamo.
Quest'anno,
Corso per recluse
oltre a tutti i corsi ai quali abitualmente partecipiamo, se n'è aggiunto uno alquanto insolito: "Guida all'alimentazione". Non sapevamo bene di cosa si trattasse ma eravamo molto curiose, anche perché siamo quasi tutte delle buone forchette.
Il corso si è svolto in cinque appuntamenti, durante i quali ci sono state spiegate molte cose sui vari cibi. Il corso è stato guidato da una dietista, Eleonora Marconcini, simpaticissima e molto disponibile a rispondere a tutte le nostre domande, di modo che le due ore di ogni incontro a dir poco volavano. Alla fine del corso eravamo tutte un po' tristi. Eleonora e Maria Grazia Susini, presidente della sezione soci Coop, ci hanno promesso che studieranno un altro modo per ritornare tra noi.
Dopo questi incontri, organizzati dentro il carcere femminile circondariale di Empoli, alcune di noi hanno potuto partecipare ad un vero e proprio corso di cucina al centro sociale Coop. Il nostro grazie alla sezione soci Coop di Empoli non è retorico e di convenienza ma sincero, perché siamo state veramente bene nei quattro incontri, accomunate dalla passione per la cucina, per quelle pietanze gustose a noi sconosciute. Anna, la nostra insostituibile cuoca, ci ha deliziato con lo sformato di broccoli fatto però con la cicoria: lo stesso procedimento che ha usato Leonardo Romanelli, conduttore del corso, insegnandoci metodi poco dispendiosi per utilizzare la verdura. Un grazie anche a Maurizio Zeni, dell'Istituto professionale "Bernardo Buontalenti" di Firenze.
Solo quattro di noi hanno avuto la possibilità di accedere al corso nel centro sociale, le prime quattro di una - almeno si spera - lunga lista. Per ora è toccato a Sabrina, Anna, Valentina e Fiorenza, quest'ultima ora in libertà: tantissimi auguri, noi siamo sempre con te.