Dal 2 luglio un percorso didattico conoscere il prezioso metallo

Non è utilizzato solo per gioielli e monili il prezioso oro, ma anche in apparecchi per telecomunicazioni e nei nostri computer, come rivestimento delle superfici di contatti elettrici e di satelliti artificiali e, non dimentichiamolo, per la realizzazione di otturazioni e ponti in odontoiatria. Di tutto un po' per questo metallo che nel corso del 1800 ha dato origine, soprattutto in America, a vere e proprie "corse all'oro", celebrate anche in molte pellicole cinematografiche.

Per provare il brivido di vivere la corsa all'oro, ma soprattutto per saperne di più sulla sua storia e sulle sue proprietà, il Museo di Storia naturale dell'Università di Firenze propone dal 2 al 12 luglio "Gold rush", ovvero come cercare l'oro al museo. Presso la Sezione di Zoologia La Specola (via Romana 17 a Firenze) si potrà infatti fare una vera e propria esperienza di setacciamento della sabbia contenente oro e pirite: nel giardino della Specola saranno allestite delle vasche adibite al lavaggio della sabbia aurifera dove i partecipanti, assistiti dagli operatori del Museo, potranno cimentarsi nel ritrovamento di pagliuzze e piccole scaglie d'oro nativo.

Il percorso ludico-didattico si articola in due momenti fondamentali. Prima la ricerca vera e propria dell'oro, da fare nelle vasche (per ogni partecipante sono previsti 15/20 minuti di setacciatura). Successivamente l'utilizzo di strumentazioni e metodi scientifici per distinguere l'oro dalla pirite. Una volta separato il materiale trovato si potranno notare, grazie a un semplice microscopio binoculare, le differenze di struttura e di colore dei due minerali. Questo potrà anche dare lo spunto per un ulteriore approfondimento sulle proprietà fisiche dell'oro e dei metalli preziosi in genere.
Ci saranno poi spazi con pannelli e altri materiali esplicativi che descrivono dal punto di vista storico-scientifico cosa s'intende per "gold rush", ma anche momenti nei quali saranno raccontate vecchie storie di cercatori d'oro americani. E una volta terminato il percorso, quanto trovato (oro o pirite) rimarrà in possesso dei "cercatori".

In occasione di "Gold rush" è prevista l'apertura straordinaria della sezione di zoologia dalle 18 alle 23; mentre dal 2 al 30 luglio sarà allestita nel corridoio delle mostre temporanee della Specola una mostra dei più importanti artigiani orafi fiorentini curata da Conafrtigianato Imprese Firenze (ad ingresso gratuito e visitabile nell'orario di apertura del Museo).
Enel.si offrirà ai partecipanti un kit per il risparmio energetico. La manifestazione è aperta a tutti, grandi e piccini.
I laboratori si susseguiranno dalle 18 alle 23, ogni mezz'ora, per gruppi di 15 persone. Il costo è di 4,50 euro per i soci Coop e per i loro figli minorenni (il prezzo intero è di 7 euro).

Info e prenotazioni Agenzie Toscana Turismo (Argonauta Viaggi, lungarno Torrigiani 33 a/b, Firenze, tel. 0552342777), www.msn.unifi.it