L'educazione ai consumi delle scuole di Agliana

Cosumi e didattica
Hanno scelto vari percorsi di educazione ai consumi, inserendoli nella loro programmazione didattica per il terzo anno consecutivo. Così è continuata la collaborazione tra le scuole elementari del circolo di Agliana e l'Unicoop Firenze, che ha messo a disposizione i progetti e gli esperti di animazione per attuarli.
Ventotto le classi coinvolte, 17 della scuola elementare 'Gianni Rodari' di Agliana e 11 della scuola elementare di Vignole, per un totale di 548 bambini. Tre le aree tematiche proposte: consumi e alimentazione, consumi e comunicazione, cooperazione, intercultura e solidarietà.
Alcuni percorsi, come 'Dalla tavola alla tavolozza' e 'Lingua in salmì', hanno privilegiato l'aspetto affettivo e culturale del cibo e dei sapori vissuti attraverso i sensi (tatto, gusto ecc.). Altri, come 'Cioccolato, che passione!' e 'Un espresso per favore' sono stati scelti per far riflettere i ragazzi sull'origine dei prodotti e sul loro viaggio, dalla pianta alla tavola, sollecitando contemporaneamente con racconti e leggende la loro curiosità nei confronti di altre culture.
Tutti dedicati al mondo della pubblicità, invece, i percorsi 'Dentro lo spot' (per i più piccoli), 'Sei personaggi in cerca di...' e 'E adesso... pubblicità'. L'obiettivo era far ragionare i bambini, con esperienze diverse a seconda della loro età, sulla distinzione tra reale e fantastico e sugli aspetti positivi e negativi della televisione, per farne degli spettatori meno passivi e più selettivi. I più grandicelli hanno prodotto anche delle videocassette con spot pubblicitari realizzati da loro stessi dopo aver studiato e analizzato i trucchi usati per condizionare le scelte dei consumatori.
Tutti i lavori - video, foto, opuscoli, elaborati - sono stati messi in mostra alla 'Festa del libro', la manifestazione promossa dal circolo didattico di Agliana per celebrare la chiusura dei percorsi e la fine dell'anno scolastico.