Documentazione e orientamento ai consumi

Consumi Doc
Quasi 39 mila ragazzi coinvolti nei percorsi di educazione ai consumi (pari a 1760 classi) e circa 2 mila insegnanti, nel '98. Ogni anno gli incrementi registrati dai Centri Doc nelle sette province in cui opera Unicoop Firenze sono quasi da record. A Firenze gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado sono 12 mila 320 (560 classi) e oltre 600 gli insegnanti. Ci si può trovare a simulare l'economia cinese e a cercare di produrre - da piccoli e in tanti - manufatti da vendere sul mercato mondiale superando le pazzesche regole della finanza internazionale. Oppure può capitare di zappare, piantare e coltivare un orto biologico, così come di vagliare insieme ai compagni in seduta plenaria tutto ciò che ci appare irresistibilmente "in" o terribilmente "out". L'attività di educazione al consumo consapevole di Unicoop Firenze in questi ultimi anni si è enormemente ampliata, abbracciando tutte le discipline scolastiche e sperimentando strumenti pedagogici e educativi sempre nuovi e originali. Non è più semplice controinformazione alimentare, ma investe il vasto e complesso campo dei consumi simbolici (tv, mezzi di comunicazione e pubblicità), del rapporto fra il nord e il sud del mondo, della sicurezza domestica e dell'ambiente. Anche se il grande supermercato continua ad essere l'affascinante laboratorio in cui si possono studiare i meccanismi che regolano l'organizzazione di un grande punto vendita, dalla disposizione degli spazi alle strategie volte a orientare la spesa dei consumatori.
Le novità più importanti per l'anno scolastico 1998/99 sono la "Casa della Pimpa", disegnata da Altan, in cui una Pimpa-burattino dialoga con i bimbi delle scuole materne e elementari di consumi, amicizia e affetti; i progetti sul lavoro minorile per gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori; e infine la grande mostra itinerante dedicata all'intercultura "Io non sono razzista ma...".
E per finire la guida al consumo consapevole "Sapere Coop", con il catalogo dei 35 nuovi progetti: uno strumento prezioso per gli insegnanti, che troveranno al suo interno tanti spunti di lavoro per collegare le varie tematiche alle loro discipline scolastiche.