Scritto da Rossana De Caro |    Maggio 2005    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

L'Mp3 impera incontrastato e si appresta a diventare il formato più usato per ascoltare musica tutti i giorni.
Il formato audio digitale permette di comprimere i brani musicali e di salvarli, ottenendo una qualità del suono più o meno alta, conseguentemente al livello di compressione.
La compressione per essere esatti comporta comunque una perdita di segnale rispetto al brano originale, perdita che però può essere tranquillamente trascurabile soprattutto in virtù dell'utilizzo per cui questo formato nasce: l'esigenza è quella di rendere disponibile più quantità possibile di musica da "portare" con sé quando siamo fuori casa, da ascoltare anche passeggiando, in bicicletta, in auto, comunque in movimento.
Se prendiamo un cd da 70/80 minuti dove siamo abituati a trovare 12/15 brani, utilizzando il formato compresso Mp3 ne potremo inserire anche 120/150: infatti comprimendo i brani musicali (andando in pratica ad eliminare "parti" del segnale musicale di fatto ininfluenti per l'orecchio umano) si riesce ad estendere i minuti di ascolto fino a 10 volte quelli originari.

Maggio all'iper e al super
Per leggere un cd Mp3
ci vuole un lettore che riesca a decomprimere i file Mp3. Il lettore cd standard non è in grado di farlo, per questo le maggiori case produttrici di hi-fi hanno immesso sul mercato dei nuovi lettori (Mp3 player) con cui si possono ascoltare sia i normali cd che i cd Mp3. Sono molto venduti ed economici.
Più costosi, ma anche più all'avanguardia sotto il profilo tecnologico, i lettori Mp3 portatili con una memoria fissa o espandibile con memorie aggiuntive da 64/128 mega byte fino a qualche Gigabyte.
Possono essere piccoli come walkman o addirittura come una penna, belli esteticamente, e permettono di avere con sé la musica preferita nel formato Mp3 senza la necessità del supporto di un cd. I brani musicali in questo caso vengono registrati infatti su un piccolo hard disk. Possono essere collegati direttamente al pc o alla rete per scaricare musica e convertire automaticamente i file audio.