Piùscelta: le pentole Agnelli

Scritto da Melania Pellegrini |    Aprile 2015    |    Pag.

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

PiùScelta

Come vi pare!

On line e al punto vendita, si possono acquistare in due modi diversi le pentole Agnelli in promozione

Acquistare comodamente da casa on line o recarsi a fare shopping presso uno dei nostri punti vendita?

Questa sarà l’unica domanda che dovranno porsi i nostri soci di fronte alla nuova promozione di pentole Agnelli dedicata a loro. Questa offerta prevede un prezzo scontato per i soci e un prezzo ancora più scontato se si deciderà di scalare i punti richiesti per ogni articolo, i punti in questo caso avranno valore doppio rispetto a quando si scalano sul costo finale della spesa.

La promozione comincia il primo di aprile e andrà avanti fino al 30 giugno; all’inizio di ogni mese verranno proposti diversi strumenti per la cucina, dalle padelle ai tegami, dai coperchi alle casseruole.

La novità di questo tipo di promozione sta nel fatto che gli stessi articoli saranno acquistabili sia nei Superstore, supermercati e sei Incoop che partecipano all’iniziativa sia sul sito di PiùScelta o sui totem presenti nei punti vendita. Sul catalogo proposto on line ci saranno però degli articoli in più rispetto a quelli proposti anche nel canale di vendita tradizionale. Sempre pentole della Agnelli e sempre con la soluzione di acquisto che prevede un contributo in euro e l’utilizzo dei punti.

Le pentole Agnelli sono tutte made in Italy e ai nostri soci saranno proposte in due versioni, per poter scegliere a seconda del proprio grado di esperienza in cucina e delle proprie preferenze: una linea sarà dedicata ai “professionisti” dei fornelli, in alluminio, e una più adatta a tutti, in alluminio antiaderente. 

Agnelli ha scelto di fare le proprie pentole in alluminio 99% per sfruttare in cucina tutte le qualità di questo materiale che si adatta bene a diverse tecniche di cottura. Si tratta di un materiale che ha un’ottima conducibilità che consente quindi al calore di diffondersi costantemente su tutta la superficie, è molto leggero e maneggevole, è resistente agli urti, agli shock termici, alle abrasioni, alla corrosione, non necessità di alcuna manutenzione ed è ecologico in quanto riciclabile al 100%.

Prima di utilizzarle le pentole in alluminio devono essere pulite accuratamente, sciacquate con acqua bollente e asciugate. Vanno poi unte all’interno con poco olio o burro e fatte riposare per qualche ora.

La cottura deve essere effettuata a fuoco moderato per far cuocere meglio gli alimenti. Se si effettua il lavaggio in lavastoviglie questi strumenti di cottura si possono macchiare a seconda del detergente utilizzato, le eventuali macchie sono semplici inestetismi. La patina scura che si forma all’interno delle pentole di Alluminio con purezza superiore al 99% è dovuta all’ossidazione del metallo: una vera propria barriera protettiva inerte che non va tolta.

La versione antiaderente è più adatta per cotture veloci e “violente” dove la potenza della fonte di calore è determinante. Vanno pulite semplicemente con acqua e sapone neutro, passando poi nell’interno della carta leggermente imbevuta d’olio.

Raccolta a punti

Io cerco Lagostina…

Ecco le pentole della tradizione italiana

È iniziata la nuova raccolta punti, per le pentole Lagostina della collezione Pandora®. Lagostina vanta oltre 100 anni di storia, fra tradizione e innovazione in cucina. La prima linea di pentole in acciaio “Casa Mia”, creata nel 1934, è ancora oggi esposta al Museo d’arte moderna di New York. Nel 1960 nasce la prima pentola a pressione in acciaio inox 18/10 che in breve tempo è diventata il prodotto icona della Lagostina.

Qualità, affidabilità e stile italiano sono alla base della ricerca di Lagostina per i suoi nuovi prodotti.

La linea Pandora® nasce da questa filosofia e ricerca aziendale. Le pentole hanno un’elegante forma bombata che evoca le tradizionali pentole di terracotta, i manici sono in ovaletto d’acciaio per una presa sicura. La pentola a pressione ha easy opening,un innovativo sistema brevettato per facilitare l’apertura, grazie al quale si apre con una mano e si chiude con un click.

Si tratta si pentole in acciaio inox 18/10, dal fondo incapsulato LAGOSEAL® PLUS a tre strati, acciaio-alluminio-acciaio, adatto a ogni tipo di piano di cottura, che favorisce una perfetta diffusione del calore sul fondo. I coperchi sono in acciaio inossidabile e hanno una forma bombata per facilitare il gocciolamento del vapore di condensa. Lucidate a specchio all’esterno e satinate internamente per garantire massima igiene e facilità di pulizia. Queste pentole sono interamente realizzate in Italia.

Per quanto riguarda la raccolta nei punti vendita Unicoop Firenze che aderiscono all’operazione “Qualità italiana protagonista in cucina”, dal mese di marzo fino al 24 giugno viene dato un bollino ogni 20 euro di spesa; si ha diritto a ulteriori bollini se si acquistano i prodotti sprint. Partecipano all’iniziativa anche i prodotti acquistati tramite Più Scelta. Non partecipano invece al raggiungimento dei 20 euro per aver diritto al bollino i quotidiani, le riviste, i medicinali e il pagamento di utenze.

I bollini dovranno essere attaccati sulla scheda ritirata nei punti vendita; una volta raggiunti i punti richiesti, portando la scheda assieme al prodotto scelto e aggiungendo il contributo previsto, si potrà ritirare il premio. Le schede per ritirare le pentole potranno essere consegnate sino all’8 luglio 2015.

I soci di Unicoop Firenze potranno anche presentarsi presso i rivenditori Lagostina fino al 31 dicembre 2015 per avere uno sconto del 20%, a loro riservato, per completare l’acquisto degli articoli della linea Pandora. Gli indirizzi dei rivenditori sono reperibili sul sito della Coop: www.coopfirenze.it/lagostina.

Con i punti si potranno avere il Cuociverdure multidiametro 20/22/24 cm, le padelle 24 o 28 cm, la casseruola dal diametro di 14 cm con manico lungo, la casseruola fonda 22 cm e quella semifonda di 24 cm, la pentola 22 cm, i coperchi da 22 e 24 cm e infine la pentola a pressione da 5 l.

L’iniziativa

Le ricette della tradizione

Un’altra iniziativa legata alla raccolta Lagostina riguarda cosa mettere in pentola. Dal 16 aprile il volantino dei prodotti Sprint conterrà un fascicolo collezionabile con le Ricette della tradizione, ovvero quelle nate dai ricordi e dalle tradizioni delle sezioni soci e dei dipendenti dei punti vendita; di ogni ricetta saranno messe foto e indicati prodotti a marchio Coop che servono per realizzarla.

Tutte le ricette saranno poi stampate in un libro che sarà venduto a un prezzo simbolico e il cui ricavato servirà per istituire delle borse di studio a favore delle scuole alberghiere del territorio.

Per finire, nei principali punti vendita di Unicoop Firenze, gli studenti degli istituti alberghieri toscani faranno lo showcooking realizzando le “Ricette della tradizione”.

Piante primaverili

Belle e possibili

Surfinie e ibisco

Fra le piante più classiche per i nostri balconi o giardini c’è la surfinia. Questa pianta garantirà colore e allegria dalla primavera sino a ottobre. È una varietà della petunia particolarmente vigorosa che può crescere sino ai 2 m. La sua fioritura è abbondante, i colori vanno dal bianco al viola intenso, sono vellutati e a forma tubolare. Con le surfinie si possono creare delle vere cascate di fiori perché son piante ricadenti.

Sono semplici da coltivare, non hanno bisogno di molta terra e l’unica accortezza è quella di evitare gli eccessi di bagnatura e i ristagni idrici. Amano la mezz’ombra con qualche ora di sole diretto. Se lasciate senz’acqua, una volta bagnate si riprendono rapidamente. Con l’arrivo del freddo deperiscono e per questo vanno sostituite di anno in anno.

Un’altra pianta molto amata che fiorisce in questa stagione è l’ibisco. In Italia è utilizzata come pianta ornamentale ma in altre culture, come quella africana o quella asiatica, i suoi fiori, che sono commestibili, vengono usati in insalate o come coloranti naturali. Il karkadè, il famoso infuso, si prepara con i fiori essiccati di una varietà dell’ibisco proveniente dall’Africa.

L’ibisco ha delle grandi foglie lucide e scure che cadono solo in caso di siccità estrema durante i mesi invernali; i suoi fiori, a trombetta, sono molto grandi e in genere sono privi di profumo. I fusti sottili e ben ramificati sono di colore scuro, quasi nero, e risaltano tra il fogliame.

I fiori sbocciano e appassiscono in una sola giornata ma una singola pianta può produrne decine, per cui la fioritura persiste per molte settimane e va dalla primavera inoltrata fino all’autunno.

L’ibisco ama essere posizionato in un luogo luminoso, con qualche ora di luce diretta ogni giorno. Per crescere bene il suo terreno deve essere fresco, ben drenato e ricco di materia organica. Poiché non ama il freddo, si coltiva spesso in vaso e nel periodo invernale, con temperature inferiori ai 10 gradi, viene tenuto in casa.