Un'altra tappa importante per la rete dei mini mercati

Centro pieno
Ore 8 di una bella giornata di marzo. Nel piazzale antistante il nuovo inCoop ci sono gli affezionati: i fedelissimi, quelli che si sono accalcati per anni nel piccolo e scomodo negozio di piazza Buondelmonti e anche alcuni di quelli che hanno creato, in cima a queste colline, una delle roccaforti della cooperazione di consumo. E' stata un'attesa estenuante, sofferta fino all'ultimo. Lunghi anni prima di trovare la soluzione giusta (un piano della Casa del popolo di via della Croce) poi l'iter amministrativo e un cantiere complicato in una situazione urbanistica delicata. Sembrava tutto fatto e anche l'Informatore annunciava l'apertura lo scorso novembre, quando un impedimento ha rimandato tutto di quasi quattro mesi.
Finalmente, dall'8 marzo, si possono utilizzare per la spesa quotidiana quasi 700 metri quadrati di area di vendita, al centro del paese, con un parcheggio proprio, 35 posti macchina allo stesso livello del supermercato più un'area pubblica più in basso per altri 70 posti, collegata al supermercato con un ascensore.
Si entra e subito c'è l'odore del pane fresco, una forneria che sforna pizze, focacce, baguette calde. Accanto è in funzione il girarrosto, con i polli che saranno pronti e croccanti per l'ora di pranzo. E ancora: il banco della gastronomia calda e fredda, i formaggi ed i salumi a taglio. Di fronte, il reparto frutta e verdura, con le bancarelle di prodotti sfusi, per servirsi da soli delle quantità e della qualità voluta. Insomma, il cliente si immerge in una specie di piazza del mercato, con i prodotti freschi a portata di mano e di carrello. Tutto moderno e fiammante. Con una sorpresa: la vecchia insegna della macelleria di via Cavalleggeri è stata lucidata e portata lì, segno di una continuità a cui tengono tutti gli imprunetini, e la cooperativa con loro.
Il resto è "normale", con scaffali pieni di prodotti: molti di più di quelli cui erano abituati a Impruneta soci e clienti. Al momento di pagare, anche con il bancomat o la carta socio, ci sono sei casse: una funziona anche con il Salvatempo, un sistema sempre più gradito ai soci Coop, che consente di conteggiare da soli l'importo della spesa, risparmiando tempo alle casse. Solo l'8 marzo ben 60 soci hanno chiesto di poter usufruire del servizio.
Centro pieno 2
Nella nuova struttura lavorano 36 addetti, fra part-time e tempo pieno, a conferma che il punto vendita è una presenza importante per il paese, anche dal punto di vista occupazionale. «Abbiamo recuperato degli spazi nel centro cittadino - ha dichiarato Maurizio Martini, presidente della Società mini-mercati cooperativi -, con soluzioni che permettono un miglior utilizzo di un pezzo importante del paese. Del resto all'inaugurazione dell'8 marzo abbiamo avuto un doppio, importante sostegno: quello dei soci e delle istituzioni, che hanno riconosciuto il nostro forte impegno per l'Impruneta».