Calendimaggio
Lunedì 1° maggio, a partire dalle ore 15,
l'appuntamento è al parco dell'Anconella e a San Salvi con il Calendimaggio, la festa della primavera ideata e realizzata dal gruppo Chille de la balanza, in collaborazione con l'assessorato alla Cultura di Firenze, i Quartieri 2 e 3 e Unicoop Firenze.

All'Anconella i Chille realizzeranno, insieme agli studenti del liceo artistico L.B. Alberti, una caccia al tesoro interculturale intitolata La festa. Il gioco consiste nel ritrovare, in un divertente ed intrigante percorso, tutti i segni e gli archetipi alle origini del Calendimaggio nelle diverse culture del mondo. La partecipazione è gratuita ed aperta a squadre composte da giocatori da 0 a 90 anni.
Il cuore della festa sarà naturalmente San Salvi. Si comincia alle ore 18,30 con l'inaugurazione della mostra fotografica Sulle strade del quartiere, dell'associazione Deaphoto, all'interno del progetto Tutta mia la città. La festa prosegue con un concerto di Motociclica Tellacci e una performance teatrale tratta dal romanzo di Conrad Cuore di tenebra, realizzata dagli studenti del liceo Gramsci.
Dopo una cena conviviale a base di pecorino, baccelli, pane toscano e buon Chianti, offerta a tutti i presenti, la festa sarà conclusa dal gruppo Octava Rima che presenterà Bernescantando, improvvisazioni in ottava rima a cura di Gabriele Ara, un botta e risposta pungente, su argomenti suggeriti dal pubblico.

Ingresso libero. Info: Chille de la balanza, tel. 0556236195, e-mail: chille@ats.it.



LUCIGNANO
La battaglia dei fiori

Nelle ultime due domeniche di maggio, quest'anno il 21 e il 28, i fiori sono gli assoluti protagonisti a Lucignano (Arezzo) del tradizionale appuntamento con la Maggiolata. I quattro rioni del centro storico (Porta Murata, Porta S. Giusto, via dell'Amore e Porta S. Giovanni) si sfidano per il premio che vincerà il carro più bello. I vicoli del paese, i balconi e gli archi sono tutti ricoperti di composizioni floreali.

Grandi carri allegorici realizzati con migliaia di fiori freschi sfilano per le strade principali preceduti dal corteo storico che annuncia, al suono di chiarine e tamburi, l'inizio della festa. Partecipano alla sfilata anche vari gruppi folcloristici provenienti da ogni parte d'Italia. Nella seconda domenica, poi, si tiene la battaglia dei fiori, una contesa dal carattere pacifico che coinvolge tutti i partecipanti.