Realizzato in collaborazione con l’Accademia dei Georgofili, con belle immagini d’epoca

Scritto da Antonio Comerci |    Dicembre 2016    |    Pag. 7

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Calendario Coop 2017 Calendario Coop

Nel 2016 abbiamo titolato La strana coppia la presentazione del Calendario in collaborazione con l’Accademia della Crusca. In effetti l’incontro fra il “tempio” della cultura e della lingua italiana e una cooperativa della moderna distribuzione non era del tutto scontato. Quello con l’Accademia dei Georgofili è più diretto, “coppia di fatto”, appunto.

“Fondata il 4 giugno 1753, ha lo scopo di contribuire al progresso delle scienze e delle loro applicazioni all’agricoltura, alla tutela dell’ambiente, del territorio agricolo e allo sviluppo del mondo rurale”, così hanno scritto gli accademici sul loro sito. Tutto questo oggi s’incontra perfettamente con i nostri obiettivi: un legame più stretto con il mondo agricolo per offrire qualità e tipicità dei prodotti, avere un rapporto più stretto con il territorio, difendere l’ambiente.

L’Accademia svolge un’intensa attività di divulgazione scientifica e tecnica, seguita tradizionalmente dagli addetti ai lavori. L’incontro con l’Unicoop Firenze e i suoi soci vuole offrire questa conoscenza ad un più largo pubblico, con conferenze e incontri presso i nostri punti vendita e sezioni soci.

E ce n’è tanto bisogno! Si è perduto, con i consumi di massa, il senso della stagionalità, il legame con il territorio, il valore del lavoro agricolo e quello (perché no?) della distribuzione.

Intanto nel calendario ci sono dodici frutti e ortaggi tipici della produzione toscana, in stampe d’epoca conservate presso l’Accademia, nel mese di raccolta o maggior uso. Sono prodotti che abbiamo anche nei nostri scaffali, anche se in periodi limitati e in pochi punti vendita: ancora le quantità prodotte non sono tali da soddisfare in modo significativo la richiesta che potrebbe esserci nei punti vendita. Con la maggiore conoscenza si spera di contribuire allo sviluppo di questi prodotti e della nostra agricoltura di qualità.

Nella seconda e nella penultima pagina del calendario è stato pubblicato un breve testo del presidente dell’Accademia, Giampiero Maracchi, professore emerito di Climatologia e agrometeorologia all’Università di Firenze. Il tema è quello delle quattro stagioni, descritte con i proverbi della tradizione, e l’andamento climatico, molto cambiato negli ultimi anni. Un assaggio di quelli che saranno gli interventi del professor Maracchi, sul nostro giornale, l’“Informatore”, per tutto il 2017.

Una curiosità: le immagini della copertina e delle stagioni sono tratte dall’incunabolo Ruralia commoda di Pietro de’ Crescenzi. Gli incunaboli sono i primi libri stampati fra il 1450 e la fine del XV secolo. Questo tratta di agronomia e pratiche agricole, è stato realizzato fra il 1490 e il 1495, ed è di proprietà dell’Accademia dei Georgofili.

L’Accademia non è solo nell’antico palazzo fra il piazzale degli Uffizi e la via omonima dei Georgofili, ma si articola in sei sezioni a livello nazionale, che coprono le varie aree territoriali dell’Italia, e una sezione internazionale a Bruxelles. Le attività svolte dalla sede centrale e dalle sezioni riguardano l’analisi e la divulgazione dei risultati della ricerca scientifica nei vari settori dell’agricoltura, dell’agroindustria e dell’ambiente.

Lo scopo è mettere a confronto tesi diverse, pubblicando i risultati delle ricerche e la valutazione del loro impatto sulla attività agricola. La sede centrale possiede una preziosa Biblioteca specializzata di circa 92.000 volumi, dal ‘400 ai nostri giorni, relativi all’agricoltura e a disposizione degli studiosi, oltre a una ricca fototeca che conta più di 100.000 immagini.

Info: www.georgofili.it


BEATI I PRIMI

I calendari sono in tutti i punti vendita dal 5 dicembre, a distribuzione libera fino ad esaurimento


Video


Notizie correlate

La copertina del calendario 2016 di Unicoop Firenze dedicato all'Accademia della Crusca

Le pale della Crusca

Il calendario 2016 per i soci dell’Unicoop Firenze


“Stravizzi” accademici

I banchetti dei Cruscanti, eruditi burloni e amanti della buona cucina


Le parole delle feste

Le storie e le tradizioni del periodo natalizio raccontate dal presidente dell’Accademia della Crusca