Scegliere i cibi giusti per difendersi meglio dal caldo e dal sole

Scritto da Elena Mugnaini |    Luglio 2011    |    Pag.

Anche per la pelle è giusto seguire una dieta in sintonia con la stagione. Via libera ai cibi crudi e ricchi di acqua che idratano a fondo la pelle. Ideali i vegetali di colore arancione, ricchi di betacarotene. Contribuiscono ad un'azione antiossidante i cibi ricchi di vitamina C (kiwi, fragole, peperoni) che, oltretutto, favorisce la produzione di collagene importante per mantenere elastica la cute, e quelli ricchi di vitamina E (oli vegetali, mais e germogli di soia).
D'estate il fabbisogno di acqua aumenta a causa di caldo e sole che asciugano l'organismo, penalizzando il suo buon funzionamento e i processi di difesa. Per allontanare il rischio disidratazione, oltre a bere molta acqua, è bene privilegiare cibi che dissetano e, al contempo, apportano sali.
Tra la frutta l'anguria è quella che contiene la maggior percentuale idrica (fino al 95,3%), seguita dal melone; tra le verdure troviamo invece il cetriolo (96,5%) e subito dopo la zucchina.

L'anguria è il cibo ideale per appagare la voglia di qualcosa di dolce senza pesare sulla linea, perché contiene sostanze aromatiche che smorzano l'appetito e ingannano le papille gustative: una fetta da 100 grammi sembra molto dolce al palato, invece, non fornisce più di 3-4 grammi di zucchero, pari a mezzo cucchiaino! Ottima anche per reintegrare le scorte di minerali persi con la sudorazione. Primo fra tutti il potassio, importante per contrastare i cali di pressione da afa ma anche la ritenzione idrica e, quindi, la cellulite. Non ultimo, l'anguria fornisce discrete quantità di betacarotene.
Il cetriolo è molto rinfrescante e diuretico, mangiato regolarmente purifica la pelle e la disseta rendendola più luminosa e morbida. Gli sono riconosciute proprietà diuretiche e disintossicanti: aumentando la diuresi, facilita l'eliminazione delle tossine e aiuta a sciogliere i cristalli di acido urico e gli urati. Per questo ha un grande interesse per chi soffre di reumatismi e di gotta. Un'altra peculiarità è il suo contenuto di zolfo che lo rende indicato per chi soffre di irritazioni intestinali.
È ricco di minerali - tra cui potassio, cloro, fosforo, calcio, sodio, magnesio, manganese, ferro e zinco - ed è perfetto per reintrodurre micronutrienti importanti persi con la sudorazione.