I pipistrelli sono in letargo. Mentre loro dormono, per i ricercatori del Museo di Storia Naturale è il momento di tirare le somme di una stagione di lavoro. Il progetto "Un pipistrello per amico" ha coinvolto 200 volontari, ognuno dei quali ha adottato una delle bat box realizzate dal Museo di Storia Naturale di Firenze e da Unicoop Firenze. Qualcuno addirittura ha seguito lo schema costruttivo scaricato dal sito del Museo e se l'è costruita da solo. Tutti hanno comunque partecipato alla sperimentazione, compilando la scheda con i dati richiesti: quota, orientamento, distanza dall'acqua e dalla vegetazione e altro. Dati che opportunamente elaborati serviranno a scoprire quali sono le installazioni più efficienti.

Quest'anno le bat box sono state posizionate a primavera inoltrata o addirittura in estate, quando ormai i pipistrelli avevano già scelto il loro rifugio. Nonostante tutto è stata registrata ugualmente qualche colonizzazione, a fine estate-autunno, quando le colonie si disperdono e gli animali, soprattutto i giovani, vanno alla ricerca di nuovi territori e nuovi rifugi. Così alla fine della stagione il 10% delle bat box è stato visitato dai pipistrelli e mentre qualcuno ha sorpreso uno o due animali, altri hanno osservato solo le caratteristiche cacchette sotto il rifugio. Ma questo primo anno di "rodaggio" del progetto è servito anche alle persone per prendere confidenza con i pipistrelli, e per avere una risposta a tutte le proprie curiosità.

Con il 2008 si fa sul serio! Saranno pronte migliaia di bat box che si potranno acquistare in alcuni punti vendita, iper e supermercati, di Unicoop Firenze, a partire dalla fine di febbraio. Infatti, ai primi tepori della primavera, i "nostri" pipistrelli lasceranno caverne, anfratti e ruderi per trasferirsi dove c'è più abbondanza d'insetti. E qui saranno pronte le bat box per accoglierli.

Giovedì 31 gennaio, al Museo della Specola, via Romana 17, Firenze, tel. 0552288252, alle ore 17 presentazione del progetto "Un pipistrello per amico": i risultati del 2007 e le prospettive per l'anno nuovo