Coop.fi e i risultati del Progetto energia

Scritto da Sara Barbanera |    Luglio-Agosto 2018    |    Pag. 31

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Foto A. Fantauzzo

Risparmio

Circa 24 milioni di kWh non consumati, poco meno di 13.000 tonnellate di CO2 non immessa in atmosfera: questa l’energia risparmiata in tutta la rete di Unicoop Firenze, dal 2014 al 2016. Numeri sufficienti a coprire il fabbisogno energetico annuo di circa 8900 famiglie: come dire, i 25.000 abitanti di un Comune come Bagno a Ripoli o Montevarchi. Dal fotovoltaico alle nuove soluzioni tecniche, il segreto sta nel “Progetto energia”, un piano triennale di intervento su luci, refrigerazione alimentare e climatizzazione: partito con i test del 2013 in 5 supermercati pilota, è stato via via esteso a 84 punti vendita; grazie a questi interventi nel 2017 si sono consumati 8 milioni di kWh in meno rispetto al 2013.

La rivoluzione della luce

Il supermercato si è fatto più intelligente, a partire dalla luce: il salto, totale e ad alto impatto, è avvenuto grazie al passaggio dalle lampade fluorescenti alla tecnologia led, che permette un risparmio del 50% e allunga la vita media delle lampadine da tre-quattro a dieci-dodici anni. In questo settore, i primi interventi di Unicoop Firenze hanno radici lontane: negli anni ’90 era già avvenuto il passaggio dall’illuminazione a ioduri metallici a quella con lampade fluorescenti, grazie alla quale la cooperativa aveva ottenuto la certificazione europea GreenLight. In linea con le evoluzioni del settore, oggi l’illuminazione dei punti vendita è interamente a led. Anche i reparti freschi sono illuminati con faretti led, per mostrare al meglio la qualità dei prodotti in tutte le loro sfumature.

Fresco garantito

Il risparmio più consistente è quello fatto sui frigoriferi, che da soli divorano quasi la metà del fabbisogno totale di un punto vendita e per i quali sono state studiate specifiche soluzioni: a partire dai più dispendiosi banchi surgelati, per passare poi anche ai banchi frigo tra zero e quattro gradi, sono stati introdotti frigoriferi con sportelli che garantiscono una refrigerazione più costante, una migliore conservazione del prodotto e un risparmio energetico del 10%, pari al 4-5% del totale dei consumi di un punto vendita. Dopo le prime resistenze, la novità è entrata nelle abitudini dei consumatori, visti i benefici per l’ambiente e per la qualità dei prodotti.

Che aria tira

Un’altra voce importante nella bolletta energetica è quella degli impianti di climatizzazione, resi più efficienti dopo un minuzioso monitoraggio: oggi un sistema computerizzato regola la potenza in base alla temperatura esterna e controlla gli orari di accensione anche in base alle attività e ai flussi dei clienti di ciascun punto vendita. Piccole grandi innovazioni, su cui Coop.fi continuerà a lavorare per ridurre i consumi di un ulteriore 3% nei prossimi anni. All’orizzonte, il progetto di una piattaforma informatica da cui monitorare in tempo reale malfunzionamenti, anomalie di tutti i sistemi tecnologici e impiantistici presenti nei punti vendita. In parallelo un progetto pilota su nuove apparecchiature elettroniche per ridurre i consumi complessivi del punto vendita. Infine, in partenza anche un progetto sperimentale relativo agli impianti frigoriferi, che potrà consentire di ottenere importanti ulteriori risparmi energetici.


Notizie correlate

Pannelli fotovoltaici sopra la sede di Unicoop Firenze, Scandicci

Oh sole nostro

L’energia pulita del fotovoltaico: Unicoop Firenze tira le somme

Video

legna da ardere

Energia dalle foreste

Legna da ardere, cippato e pellet: riscaldamento ecologico e a buon mercato