Le lettere arrivate in redazione

Scritto da Antonio Comerci |    Luglio 2012    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Bolgheri: non solo cipressi
Sono andato per comprare delle patate, in realtà stavo prendendo quelle a marchio Coop ma poi il Salvatempo non mi leggeva il codice allora per fretta ho ripiegato sulle "patate di Bolgheri". Vi segnalo che il prodotto è molto scadente.
S.R. - Sansepolcro (AR)

A seguito della segnalazione, abbiamo fatto le verifiche sul prodotto constatando alcuni punti neri e macchie sulla buccia di colore grigio causati dal freddo. Ma all'interno il tubero è sano: abbiamo fatto altre verifiche giornaliere spaccando circa 20 sacchi da 5 kg. Ogni volta inoltre abbiamo chiesto di fare analisi sul prodotto per verificare la dolcezza della patata e l'amido contenuto nel tubero. Nel complesso le verifiche sono positive. Da anni cerchiamo di valorizzare un prodotto toscano per proporlo alla pari delle patate che provengono da altre regioni, ma finora abbiamo potuto trattare solo piccole partite particolari (per esempio patate del Mugello e del Casentino). Con quelle di Bolgheri abbiamo trovato le quantità necessarie per avere una certa continuità nella vendita e per dare una prospettiva di sviluppo ad aziende del territorio. Continueremo su questa strada cercando di migliorare le produzioni e rimediare anche a quei difetti che ha riscontrato il nostro lettore, facendo crescere in questo modo il settore agricolo delle nostre zone.

Gamberetti senza solfiti
Vorrei esser certa che nei gamberetti sgusciati surgelati Coop non ci siano i solfiti, in quanto fra gli ingredienti non vengono proprio menzionati. È soltanto specificato che appena pescati vengono glassati con uno strato di ghiaccio.
S.M. - E mail

L'SO2 non è utilizzata in questo prodotto; è invece presente nelle code di gamberoni.

Pisani e livornesi
Leggo sull'Informatore di marzo, l'articolo sulle ceche. Vorrei precisare che le "cee" è un piatto alla livornese, con la salvia e il parmigiano. I pisani le mangiano col pomodoro: che schifo!
R.N. - Livorno

Senza commento.

Premi ai bisognosi
Uno degli obiettivi del vostro statuto è la "promozione di iniziative di socialità e solidarietà"; infatti vi prodigate ad esempio moltissimo per l'adozione a distanza. Altri supermercati della zona si stanno muovendo, ma le offerte che propongono hanno solo una evidente motivazione commerciale. La Coop, proprio per come si presenta, dovrebbe fare qualcosa di più, e cioè aiutare la gente a fare donazioni e farne essa stessa mirate a chi veramente può testimoniare di averne bisogno. Il progetto a cui penso potrebbe essere ad esempio sintetizzato nello slogan "Se tu dai, la Coop raddoppia", con ricadute evidenti per i cittadini bisognosi.
A.F. - Lucca

Crediamo di fare parecchio nella direzione che dice la signora Angela. Per esempio con il progetto "Ausilio", la spesa a domicilio o l'accompagnamento di anziani e diversamente abili; o anche "Buon Fine", con la distribuzione di prodotti non più vendibili ad associazioni che assistono i più bisognosi. Questo ultimo ha recuperato merci per diversi milioni di euro in un anno, ed ha sostenuto migliaia di famiglie. Comunque ben vengano nuove idee e nuovi spunti che possano rendere più efficace la lotta alla povertà.

Tappetino monocolore
Ho letto con interesse dei nuovi premi in spugna Frette. Sono rimasta però profondamente delusa dal fatto che i tappetini saranno "disponibili solo in bianco". Forse ho lavorato troppo nell'esportazione verso gli Stati Uniti dove i coordinati letto e bagno (i migliori strettamente Made in Italy) vengono offerti in tutte le misure ed in tutti i colori. Mi sembra che anche qui in Italia il "coordinato colore" stia prendendo piede. Ho già comprato altre volte delle ottime spugne Coop ma poi ci è voluto il cane da tartufo e una gita negli migliori negozi di biancheria di Firenze per trovare un tappetino che ci andasse insieme.
V.T. - Firenze

Il tappetino è uno scendi doccia e abbiamo reputato di farlo bianco poiché anche se si sporca si lava molto bene. La promozione si sviluppa in tre colori che sono quelli di base e più venduti; purtroppo aumentare i colori significa rischiare di non accontentare i soci nelle quantità. Comunque cercheremo di allargare la gamma dei prodotti, se sono graditi, con le vendite su prenotazione.


Punti in web
Mi sono appena registrata sul vostro sito, nella speranza di trovare una sezione dove, inserendo i dati della mia tessera Coop, fosse stato possibile visualizzare il saldo dei punti. Io non sono stata capace di trovarla. Mi dite dove andare a cercarla? Grazie mille.
C. G. - Firenze

Questa operazione si può fare accedendo alla pagina "Più scelta", vendite on line esclusivamente per i soci. Per ora solo in questa sezione è previsto per i soci l'inserimento dei dati della tessera (occorre fare una nuova registrazione) e appaiono automaticamente in alto a destra i punti accumulati.

Da iper a store
Volevo sapere perché l'ipercoop di Montecatini non viene più considerato iper sul volantino delle offerte, ho notato che è da circa un anno che stanno effettuando dei lavori.
C.P.

È in atto una riconversione degli ipermercati in super store, tipologia che risponde meglio alle attuali esigenze di soci e consumatori. L'ipermercato, come tipologia di vendita, con ampia presenza di reparti non alimentari, è da alcuni anni in crisi perché su certi reparti (multimedia, elettrodomestici, abbigliamento, informatica, telefonia ecc.) i consumatori preferiscono rivolgersi a punti vendita specializzati che offrono più varietà di scelta nel settore trattato. Invece l'iper è "costretto" ad avere molti reparti, ma limitati nell'assortimento per ragioni di spazio. Nello stesso tempo la cooperativa cerca di rafforzare la presenza di punti di vendita specializzati nelle proprie gallerie commerciali.

Mono per single
Sono una fedelissima socia dal 1998, ma devo farvi notare una discrepanza che al giorno d'oggi deve essere curata. Andando a fare la spesa al Centro Commerciale Valdelsa di Poggibonsi, mi è sembrato che non ci fosse un'area riservata a mono porzioni nel reparto macelleria; le confezioni presenti sono troppo grandi per chi vive da solo e anche il reparto macelleria a dettaglio non aiuta, in quanto non ha tutti i tipi di carne e i tagli che invece si possono trovare già confezionati. Per non parlare poi delle confezioni in promozione (confezioni famiglia). Ma per chi non ha una famiglia, ma vuole comunque usufruire delle promozioni? Vi dico tutto questo, perché confrontandomi con ragazzi giovani e single come me, questa mancanza diventa un piccolo problema nel fare la
spesa.
R.S. - San Gimignano (SI)

Siamo coscienti di queste esigenze di diversi nostri soci e clienti, ma preferiamo non fare aree dedicate. Anche ora vengono fatte mono porzioni, ma spesso vengono scelte anche da chi non è single, ma prende una confezione per due e una mono, perché in famiglia sono in tre... Oppure tre confezioni mono, perché "tirano più l'occhio". Del resto non possiamo fare tutte monoporzioni: sarebbe uno spreco. Quindi la soluzione migliore, in assenza di confezioni mini, è quella di richiederle al nostro personale.

Allergia!
Da qualche tempo ho scoperto di essere allergica al lievito di birra e intollerante al lattosio. Ogni volta che faccio la spesa, devo leggere attentamente gli ingredienti ed evitare di comprare prodotti contenenti lievito di birra e lattosio. I vostri prodotti però hanno tutti gli ingredienti che mi fanno male, (fette biscottate, cornetti, pan grattato ecc.) e quindi sono costretta a comprare prodotti di altre marche. Per esempio a me piace tanto il burro ma non posso consumarlo perché contiene lattosio. Mi è stato detto che esiste in commercio il burro chiarificato che non contiene lattosio, ma non riesco a trovarlo!
Sarà possibile trovare in commercio prodotti a marchio Coop senza questi ingredienti, visto che tantissime persone sono affette da allergie o intolleranze alimentari? Si trovano solo prodotti per celiaci come se esistessero soltanto loro! (con tutto il rispetto per la loro malattia). Capisco che non potete stare dietro a tutte le intolleranze. Ma ci sono milioni di persone che sono intolleranti al lattosio! Lo troviamo persino nelle salsicce, negli hamburger, nel pollo primavera, nel prosciutto cotto e persino in alcuni prodotto surgelati!
A.A. - E mail

Siamo molto sensibili a questi temi, lo dimostra la linea senza glutine a marchio, ed è solo l'inizio di un percorso che stiamo seguendo per sviluppare prodotti che rispondano alle esigenze di chi soffre di allergie o intolleranze alimentari.
Per quanto riguarda il lievito di birra, non resta che evitare tutti i prodotti che lo contengono. E magari scegliere i prodotti che sono ottenuti con lievito "chimico".
Per quanto riguarda i prodotti a marchio Coop che non contengono lattosio (e non hanno questo ingrediente nemmeno in stabilimento) suggeriamo: latte delattosato, gelati bene-sì ai semi di lupino, bevande vegetali (riso, soia e soia e calcio), pasta di kamut, miele di ogni tipo, pomodorini datterini, caffé, uova, riso, verdure surgelate (e derivati), olio extra vergine di oliva ed oli di semi vari, salumi (mortadella fior fiore, prosciutto cotto, fiocco, culatello, lombo, cotechino, stinco e zampone), platessa surgelata.
Sui latticini si possono fornire alcune ulteriori informazioni: lo yogurt contiene piccolissime o nulle quantità di lattosio (viene consumato dai batteri lattici per produrre lo yogurt stesso). Gorgonzola e formaggi stagionati (Parmigiano Reggiano, Grana Padano) non contengono lattosio per motivi analoghi a quelli dello yogurt. La produzione del burro dovrebbe eliminare quasi completamente le parti non grasse del latte, ma non è da escludere che un po' di lattosio possa restare all'interno (si può provare a utilizzare la margarina al posto del burro: non è la stessa cosa, ma il lattosio non c'è).

Dolcificante conveniente
Vi scrivo per suggerire un prodotto che a mio parere dovrebbe essere realizzato anche a marchio Coop. Parlo del dolcificante in bustine, in sostituzione dello zucchero. Perché lasciare il mercato solo al Dietor e alla Misura (che sono molto cari). In alternativa chiederei la possibilità di trovare sullo scaffale i dolcificanti a prezzo modico, tipo la Ristora Light che attualmente sono costretto ad acquistare da altre parti.
R.V. - Sesto Fiorentino

È in fase di sviluppo una nuova referenza di dolcificante a marchio Coop, ma al momento non siamo in grado di comunicare quando sarà disponibile; speriamo entro la fine del 2012.