Uscendo dal cinema, Bobo sente il bisogno di una sigaretta, ma una voce fuori campo lo avverte: «Bada che le multinazionali del tabacco ti condizionano con film carichi di pubblicità occulta». Risultato, Bobo getta via la sigaretta.
Questo lo spot realizzato da Sergio Staino e Paolo Hendel (la voce fuori campo) per la campagna "No al fumo nei film e in tv", organizzata dalla sezione di Firenze della Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt).
Lo spot viene proiettato nelle sale del circuito cinema Firenze Atelier, nelle arene estive gestite dalla cooperativa L'Atelier e dalle principali reti tv toscane.

L'obiettivo della Lilt è di lanciare un forte messaggio ai giovani, i più esposti alle suggestioni del cinema, che spesso accredita il fumo come comportamento desiderabile e socialmente accettabile. E' il caso di Humphrey Bogart, diventato un mito anche grazie all'eterna sigaretta che ne perfezionava la maschera da duro.
La Lilt organizza periodicamente gruppi per smettere di fumare, della durata di un mese. Il 70% dei partecipanti a fine corso ha vinto la dipendenza da fumo.

Info: Lilt, viale Volta 173, Firenze, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, tel. 800440550 e 055576939