Come affrontare il cambio di stagione

Scritto da Elena Mugnaini |    Ottobre 2011    |    Pag.

La stagione autunnale può essere considerata, per vari aspetti la migliore dell'anno.
Il clima si fa più mite e la sensazione di benessere da parte dell'organismo umano risulta favorevole alla ripresa delle attività normali, dopo la pausa estiva. Le giornate si accorciano, favorendo il metabolismo basale e una minore temperatura innalza la funzione tiroidea. Stiamo comunque affrontando un cambio di stagione, che spesso può rivelarsi un momento faticoso per il nostro sistema psicofisico. Al ritorno dalle vacanze estive, momento dedicato al relax e al divertimento, ci sentiamo più stanchi e demotivati. I momenti di tristezza e di malinconia aumentano; così come la fiacchezza. Non è semplice riprendere a pieno ritmo le attività lavorative e scolastiche, reimmergendosi nella quotidianità. L'equilibrio psico-fisico viene compromesso a causa di una serie di fastidi: debolezza nelle gambe, mancanza di concentrazione, stanchezza mattutina, insonnia, malumore. Le variazioni climatiche si riflettono quindi sul corpo e anche sul temperamento; già Pitagora parlava di una sorta di febbre stagionale dell'umore nella sua Teoria della melanconia.

Ma come mai? Uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione come responsabile di ciò che ci accade è la progressiva riduzione della radiazione solare, ovvero la diminuzione della quantità di luce durante la giornata. La luce attraverso la retina arriva al cervello e lì, nella testa, stimola la ghiandola pineale a secernere melatonina, ormone legato a sua volta alla serotonina, il neurotrasmettitore del buon umore - basilare anche per l'equilibrio lipidico: in autunno, infatti, si ha una vera e propria fame da lupi! Una sorta di bisogno ancestrale spinge l'organismo dei mammiferi a fare il pieno di energia e scorte alimentari in autunno prima di andare in letargo: solo che poi noi umani non ci addormentiamo con la pancia piena per risvegliarci a primavera!


Ecco una serie di rimedi a questi malesseri: durante la giornata concedersi brevi pause per "staccare" con la mente e con il corpo; praticare un po' di sport, poiché l'inattività ci fa sentire più stanchi; coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora, senza variare gli orari durante la settimana; integratori di triptofano, un amminoacido precursore della serotonina, da utilizzare al posto di pesanti sonniferi; fare un pasto serale leggero ed evitare di bere alcolici soprattutto dopo cena; evitare tè, caffè, fumo, cioccolata perché contengono sostanze eccitanti e il loro effetto di breve durata non cura la stanchezza.
Inoltre tenete presente il ginseng: questa radice vi aiuterà nella resistenza al freddo, per sconfiggere la fatica e riequilibrare il sistema nervoso, insomma un vero e proprio antistress. Le vitamine del gruppo B sono regolatrici del sistema nervoso. La vitamina C non si limita a proteggerci da raffreddori e influenze, ma regolarizza anche la funzione surrenalica, e incrementa la produzione endogena di endorfine.
Fra gli alimenti consigliati la verdura fresca soprattutto quelle a foglia verde come spinaci, bieta e carote, zucca, broccoli, funghi; la frutta fresca (pere, mele, melone) o secca (noci, mandorle), carboidrati complessi (pane, pasta, cereali, riso integrali), legumi (fagioli, ceci, piselli), meglio ancora se vengono abbinati a pasta o riso, pesce azzurro (sardine, alici) oppure pesce "grasso" (salmone, tonno, sgombro); proteine provenienti da carne bianca (pollo o tacchino) uova (2 a settimana circa) latticini e derivati.

Lo Scaffale

Cebion Activ
Aiuta l'organismo ad affrontare periodi di stanchezza mentale e fisica. Vitamina C, magnesio e ginseng sono utili per completare l'alimentazione giornaliera e per migliorare l'efficienza muscolare e nervosa.

Vitalmix Complex
Vitamine, ginseng, guaranà, mirtillo nero, bioflavonoidi compongono questo integratore alimentare in grado di dare un valido sostegno per ogni necessità, come a esempio nei momenti di stanchezza fisica, convalescenza, stress e per gli sportivi che hanno bisogno di un sostegno completo. È ideale per adulti, studenti e ragazzi.


Berocca
Un integratore alimentare a base di vitamine del gruppo B, vitamina C, calcio, magnesio e zinco. Quando si sente il bisogno di maggiore energia per il corpo e la mente, le vitamine del gruppo promuovono i processi metabolici, trasformando il cibo in energia per l'organismo e in più agiscono a supporto delle funzioni cognitive. Inoltre la vitamina C e lo zinco aiutano a rafforzare il sistema immunitario.

Armonia retard
E' un integratore a base di melatonina (3 mg per ogni compressa) sostanza che viene secreta dalla ghiandola pineale nelle ore notturne seguendo un ritmo circadiano ed è bloccata in maniera dose-dipendente dalla luce. La secrezione aumenta gradualmente intorno alle 22, con un picco massimo dalle ore 2 alle ore 4, e diminuisce in maniera graduale nelle ore successive con l'arrivo della luce.

Melatonina Sirc diet
Le compresse sono pre-tagliate per una posologia personalizzata. Fornisce un ottimale apporto di melatonina; nella sua formulazione sono associati la vitamina B6 e il triptofano, entrambi utili per produrre serotonina, neurotrasmettitore che regola il tono dell'umore.