Prevenzione e disinfezione in casa, sugli animali, sulla persona. L’utilizzo di detersivi e detergenti

Scritto da Alma Valente |    Aprile 2011    |    Pag.

Giornalista Nata a Roma.

Dopo la laurea in Filosofia ha insegnato per due anni. Successivamente ha lavorato presso l'Ufficio Stampa della Presidenza dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, collaborando in particolare con Giorgio Napolitano.

Trasferitasi a Firenze, ha iniziato a scrivere l'Informatore, con articoli inerenti la di medicina.

Dal '97 ha cominciato a fare televisione: prima come inviata per la trasmissione Informacoop e poi curando una rubrica dedicata alla salute all'interno di Liberetà (trasmissione dello Spi-CGIL).

La disinfezione comprende una serie di interventi per abbassare la carica batterica sul nostro organismo. Scopo? Eliminare il più possibile le cause di infezioni, bonificando, per così dire, l'ambiente che ci circonda. Ma veniamo al primo punto: allontanare dall'ambiente domestico tutti quegli insetti o animali che sono veicoli di microrganismi pericolosi per gli umani a cominciare dalle zanzare evitando, in primo luogo acque stagnanti dai sottovasi e cercando di allontanare anche i piccioni che possono depositare zecche. È bene sapere a questo proposito che in commercio esistono spray ecologici repellenti.
Per quanto riguarda gli animali domestici, Giuliano Pellegrini, medico veterinario, afferma: «avere un cane in casa dà molta gioia, ma per evitare che gli oggetti del nostro amore diventino dei pericoli per la nostra salute, specie se abbiamo in casa dei bambini, è indispensabile una corretta igiene del mantello, lavandolo con appositi prodotti che si possono trovare nei supermercati, o in negozi specializzati, ovviamente dietro consiglio del veterinario di fiducia, a seconda della razza dell'animale e dell'ambiente in cui vive».

Ma veniamo alle nostre case; l'aria ed il sole sono gli agenti fisici più efficaci, mentre i pavimenti devono essere lavati ed all'acqua sarebbe opportuno aggiungere candeggina (ipoclorito di sodio) che rappresenta il più potente agente ossidante. Mentre per disinfettare i sanitari del bagno e della cucina occorre pulire usando detersivi/detergenti tensioattivi, per i fornelli e il forno è indicato usare dei detergenti che siano anche dotati di una elevata capacità di emulsionare i grassi.
Dovendo menzionare la disinfezione delle stoviglie, il lavaggio chemiotermico che si ottiene con la lavastoviglie è di gran lunga superiore al lavaggio tradizionale con saponi e basse temperature.
Per analogia anche le lavatrici, che usano per lungo tempo temperature relativamente più elevate, danno maggiori garanzie per la disinfezione della biancheria e degli indumenti.
Per quanto concerne la disinfezione del nostro corpo, il sapone è il più importante presidio a nostra disposizione. L'igiene del corpo è il più importante strumento di difesa per la nostra salute: fare la doccia tutti i giorni è fortemente raccomandato, ma ancora più importante è lavarsi le mani, usando il sapone e strofinando per almeno 20-30 secondi, molte volte al giorno, soprattutto quando, inavvertitamente, abbiamo toccato degli oggetti che siano possibilmente inquinati.