I fermenti lattici vivi, un aiuto reale per il benessere fisico

Scritto da Anna Somenzi |    Aprile 2009    |    Pag.

Giornalista. Nata a Cremona, cresciuta a Bologna della quale ha assorbito, e goduto, l'emilianità. E' diventata giornalista professionista "da grande", ma lavora nell'editoria da molto tempo in giornali aziendali del movimento cooperativo, prima Comma di Conad e poi Consumatori di Coop. Si occupa soprattutto di prodotti e produzioni, consumi e consumatori. Da qualche anno, sempre per Coop, lavora anche come coordinatrice editoriale per la collana dei Quaderni dei consumatori dell'Editrice Consumatori.

Sugli scaffali la nuova linea dei probiotici Coop, prodotti a base di fermenti vivi che aumentano le difese naturali dell’organismo e combattono disturbi diffusi.
Il termine probiotico deriva dal greco “pro-bios”, a favore della vita.

Probiotici a marchio Coop

Difese naturali. Probiotico con Lactobacillus casei aiuta a rinforzare le difese naturali.
Un latte fermentato da bere, dolce e in cinque gusti di frutta oltre a due bianchi, uno naturale e uno magro. Diversi studi clinici hanno dimostrato come l'aggiunta alla normale alimentazione di un latte fermentato arricchito con Lactobacillus casei sia efficace nel proteggere l'intestino e il sistema immunitario intestinale, nel contrastare i microrganismi patogeni e nel bilanciare la flora intestinale.

Quotidiana regolarità. Un vasetto di fermenti vivi; Bifidobacterium BB12 (sono un miliardo per vasetto), per un marcato riequilibrio intestinale, per una funzionalità ottimale che vuol dire migliore assorbimento degli alimenti e dei microelementi che ingeriamo, come vitamine e minerali, che rischiamo spesso di non utilizzare al meglio perché il nostro intestino non è in forma.

Per combattere il colesterolo. Latte fermentato con esteri di steroli vegetali.

Una bottiglietta da 100 g (le confezioni sono da 4), produce 76 calorie totali e contiene 2 g di steroli vegetali. Due i gusti disponibili: bianco e alla fragola. La stessa Unione europea nella sua attività di attenzione alla salute pubblica e quindi di lotta alle cardiopatie pone l'accento sui livelli di colesterolo nel sangue, e individua nell'utilizzo di steroli vegetali un interessante ed efficace strumento per ridurre i rischi collegati a una elevata colesterolemia. Non può ovviamente sostituirsi ad una dieta equilibrata e variata ma può solo integrarsi ad uno stile di vita corretto.

Alta digeribilità. Dedicato a chi è intollerante al lattosio.

Molti sono gli intolleranti al lattosio, lo zucchero del latte, e che per questo motivo spesso rinunciano a latte e derivati, privandosi di una fonte preziosa di nutrienti. Per loro Coop ha creato la gamma a proprio marchio di prodotti del latte ad alta digeribilità che, per semplificare, contengono lattosio trasformato in altri zuccheri: lo yogurt con solo lo 0,1% di lattosio e il latte ad alta digeribilità, con lo 0,3% di lattosio, nella nuova e pratica bottiglia richiudibile.

Novità tra gli yogurt
Ricette naturali senza aromi, gusti nuovi, più frutta per gli yogurt interi a marchio Coop: più frutta frullata all'interno e nessun aroma, il gusto è solo quello della vera frutta.
Per gli yogurt cremosi cambio dei gusti e della ricetta che si rinnova per un prodotto più goloso con più frutta, in pezzi, per un gusto più cremoso e ricco. Anche la confezione cambia, non più il vaso grande da 500 g ma le confezioni da 2 per 125 g.

 

PAROLE MISTERIOSE

Probiotici. I prodotti in commercio sotto questo nome sono quasi tutti latti fermentati con microrganismi "probiotici" tipo lattobacilli e bifidobatteri. I microrganismi probiotici devono essere in grado di sopravvivere al passaggio attraverso lo stomaco (ambiente fortemente acido) e raggiungere l'intestino. Il probiotico "colonizza" questo tratto dell'intestino ed esprime tutte le sue potenzialità: ad esempio aumenta la resistenza alle infezioni intestinali, allevia i sintomi dell'intolleranza al lattosio.

Prebiotici. Sono definiti "prebiotici" sostanze che non sono digeribili dall'uomo ma hanno la capacità di stimolare lo sviluppo di uno o più microorganismi probiotici presenti nell'intestino. I prebiotici più diffusi in campo alimentare sono i "frutto-oligosaccaridi".

Steroli. Sono molecole con un ruolo importante nella fisiologia di animali e vegetali. In base al fatto che siano stati prodotti da vegetali o animali si distinguono i fitosteroli e zoosteroli. Gli steroli vegetali sono anche noti per la loro capacità di bloccare l'assorbimento del colesterolo nell'intestino umano aiutando in tal modo a ridurre la colesterolemia.

 

Lactobacillus, Streptococcus, steroli, probiotici, prebiotici: se assunti in modo regolare, sono un valido aiuto per combattere colesterolo, disfunzioni intestinali, fragilità immunitaria

 


La prima foto a partire dall'alto è di Carlo Valentini

 


Notizie correlate

Attenti a quei due

In esclusiva nei supermercati Coop i nuovi vini del consorzio Le Chiantigiane


Grassa con gusto

Acida, da cucina, pasticcera. Un alimento goloso e nemmeno troppo calorico


Più semplici, più dolci

Glucosio, saccarosio, fruttosio: caratteristiche e consumi equilibrati nella dieta di tutti i giorni