Nei supermercati prodotti che tutelano gusto e biodiversità

Prodotti Slow Food nei supermercati Unicoop Firenze di Gavinana e Siena Grondaie, a maggio e poi ad Empoli a giugno. In autunno l'esperienza verrà ripetuta, anche con altri prodotti a in altri punti vendita.

Quelli proposti sono prodotti che tutelano il gusto e la biodiversità: dal mais biancoperla del Polesine al caffè delle terre alte di Huehuetenango; dalla bottarga di Orbetello al caciocavallo podolico della Basilicata e molti altri ancora. È una iniziativa nuova ed è la prima esperienza del genere, a livello nazionale, che vede protagonista la moderna distribuzione commerciale. Nei supermercati, presso l'area riservata all'iniziativa, è possibile conoscere e acquistare alcuni dei prodotti tutelati da Slow Food, l'associazione che difende la biodiversità, le produzioni tradizionali, le specie vegetali e animali a rischio di estinzione e sostiene un modello di agricoltura meno intensivo e più pulito. D'altra parte l'Unicoop Firenze promuove da sempre la qualità dei prodotti attraverso un'attenta scelta delle materie prime ed un rigoroso controllo di filiera, senza contare l'ampio spazio dedicato alle produzioni del territorio toscano. Questa iniziativa è dunque frutto di uno stesso modo di intendere i prodotti alimentari, il cibo, il gusto e dalla comune volontà di valorizzare piccoli produttori e sapori locali.

L'attività di Slow Food si concretizza attraverso pubblicazioni, eventi, manifestazioni e soprattutto progetti, chiamati Presìdi. Questi ultimi coinvolgono direttamente i produttori, offrono assistenza per migliorare la qualità dei prodotti, facilitano scambi fra paesi diversi e cercano nuovi sbocchi di mercato (locali e internazionali). In Italia i Presidi Slow Food sono oltre 170 e tutelano i prodotti più disparati.

Il contrassegno Presidio Slow Food, in etichetta o sulla confezione dei prodotti, identifica i produttori che appartengono ai Presìdi italiani e che hanno sottoscritto un disciplinare di produzione improntato al rispetto della tradizione e della sostenibilità ambientale. Su www.presidislowfood.it e sul catalogo I Presìdi Slow Food d'Italia si può consultare l'elenco ufficiale dei produttori.

Unicoop Firenze sostiene la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, nata a Firenze nel 2003 grazie al supporto della Regione Toscana. La Fondazione promuove e coordina oltre 300 progetti in tutto il mondo, coinvolgendo più di 10.000 contadini, pastori, pescatori, artigiani.

 


Notizie correlate

Cipolla araldica

Storia di un ortaggio che rappresenta una città. Ma che continua a dare il meglio di sé in cucina



Leo il precursore

Per trent'anni è stato l'alfiere della tradizione contadina nella cucina toscana


Uovo sodo vietato

Sergio Staino: il cibo secondo l'autore di Bobo