Con i punti della carta socio sconti anche a teatro e alle mostre

Scritto da Antonio Comerci |    Ottobre 2017    |    Pag. 5

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Cultura

Grandi novità già dal 19 ottobre per promuovere la cultura presso i nostri soci. Già si vendono in un anno nei nostri Box informazioni 143.046 biglietti del circuito Box office, per un importo di oltre 5 milioni di euro, andati ai teatri e ai vari soggetti culturali presenti sul nostro territorio. Ebbene, è stato deciso di riconoscere ai soci un punto premio ogni euro speso per l’acquisto dei biglietti, come quando si fa la spesa con il carrello. Inoltre, i 2 euro di contributo che si paga di commissione per ogni biglietto di spettacoli del circuito Box office, i soci non li pagheranno per gli eventi che si svolgono la domenica.


Al cinema insieme

Da primo di ottobre con mille punti si può acquistare la “Carta cinema”, valida fino al 31 dicembre 2018, che dà diritto all’ingresso ridotto nei 66 cinema che aderiscono al primo accordo su questo tema. «Sono i maggiori cinema nelle zone in cui operiamo – dichiara Marco Vannini della Direzione soci dell’Unicoop Firenze -. Quindi una forte presenza capillare nei paesi e città in cui siamo presenti. Per Firenze stiamo lavorando per migliorare l’offerta ai nostri soci».

L’ingresso a prezzo ridotto vale il giovedì e la domenica, per tutto l’anno e per tutti gli spettacoli programmati. «Con questa operazione – puntualizza Vannini - abbiamo cercato di superare i limiti che hanno altre operazioni simili, offrendo uno sconto certo nei giorni più graditi agli spettatori. Inoltre, contribuiremo a rendere efficace la comunicazione anche di quei piccoli cinema d’assai e di qualità che hanno programmazioni interessanti ma non riescono a farlo sapere».

«Vedere un film sul grande schermo del cinema – ribadisce Marco Vannini - è cosa più coinvolgente e piacevole che scaricare un video da internet. Con le informazioni che potranno dare, località per località, i gestori dei cinema e le sezioni soci speriamo di poter coinvolgere il maggior numero di spettatori. Del resto l’iniziativa si inquadra nella decisione di Unicoop Firenze, di tenere aperti solo la domenica mattina i 40 punti vendita, per lasciare spazio alla cultura e alla socialità il pomeriggio e la sera di domenica».


A teatro e alle mostre

E poi con 1000 punti c’è il buono per l’ingresso ad uno spettacolo a scelta in un teatro che aderisce al circuito Fondazione Toscana Spettacolo, sono 15 teatri, cinque nella provincia di Firenze, quattro in quella d’Arezzo, tre a Pisa, uno a Lucca, Siena e Prato. «Sono teatri fra i più importanti che offrono un cartellone di qualità», precisa Vannini.

Info: www.toscanaspettacolo.it

Fra le occasioni più importanti e convenienti per i soci c’è l’ingresso alle mostre organizzate in Palazzo Strozzi, a Firenze. Con mille punti della spesa si ha diritto a un buono da presentare alla mostra per ritirare un Biglietto famiglia che consente l’ingresso gratuito a uno o due adulti e almeno un ragazzo dai 6 ai 18 anni, per un massimo di sei persone. Il Biglietto famiglia consente l’ingresso alle mostre in corso a Palazzo Strozzi e la partecipazione a laboratori, progetti e attività speciali, come la “Valigia della famiglia” con testi e giochi per tutte le età.

Info: www.palazzostrozzi.org


L’intervistato

Marco Vannini

Direzione soci Unicoop Firenze


Notizie correlate

alessandro bergonzoni

Centro culturale Il Funaro

Non solo teatro ma tanti progetti per la cultura per tutti