On line i documenti storici dell’Unicoop Firenze

Scritto da Antonio Comerci |    Giugno 2017    |    Pag. 37

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Angela Fuggi archivista

Angela Fuggi, archivista

Memorie

«La conoscenza approfondita di una cooperativa, la sua legittimazione, la ricerca delle motivazioni dei suoi successi passano anche attraverso la sua storia, testimoniata nei documenti della sua attività. Recuperarli, riordinarli, schedarli e collocarli nella sua sede principale, nel cuore pulsante di Firenze, assume un grande valore simbolico, oltre che storico, culturale, etico, sociale ed educativo. Significa garantirne la salvaguardia, la custodia, la conservazione, la fruizione, la valorizzazione per consegnarli a chi verrà dopo di noi, affinché ne diventino essi stessi i custodi, attuando un prezioso passaggio di testimone fra generazioni. L’archivio dell’Unicoop Firenze offre l’opportunità di approfondire proprio questa importante funzione sociale che fu all’origine del movimento cooperativo e che lo accompagna dagli esordi ai giorni nostri». Così scrive Angela Fuggi, archivista di Hyperborea, nell’opuscolo L’Archivio storico dell’Unicoop Firenze, voluto dall’Associazione nazionale archivistica Sezione toscana, per le Edizioni Polistampa e in vendita a due euro in Toscana da Leggere, nei nostri punti vendita.

L’Archivio è presso la sede di via Santa Reparata a Firenze e raccoglie una vasta documentazione fra verbali e atti ufficiali delle 162 cooperative e consorzi che dal 1860 al 2000 sono confluiti nell’Unicoop Firenze. «La parte più documentaria – prosegue Angela Fuggi - è un patrimonio quasi del tutto inedito, una fonte storica privilegiata, testimonianza di cambiamenti culturali, sociali, economici, politici e antropologici, che fanno riferimento alla storia locale della Toscana e al più ampio quadro della storia nazionale. I documenti sono organizzati in quattro aree territoriali, quelli di ogni singola cooperativa sono stati articolati in serie, ricondotti ai rispettivi fondi e ciascun fondo alla rispettiva area territoriale: Bagno a Ripoli, Empoli, Pisa, Sesto Fiorentino».

Oltre ai documenti sono state archiviate fotografie e diapositive e nell’archivio on line oltre ad alcune centinaia di descrizioni, si può vedere anche una scansione digitale a bassa definizione. Comunque, on line si può sapere se della cooperativa di Santa Lucia a Prato, per esempio, esistono delle immagini e cosa rappresentano. «Lo scopo principale – precisa Fuggi - è quello di consentire a tutti gli interessati (studenti, docenti, semplici curiosi) la consultazione web dell’inventario, per sapere quello che c’è con un accesso da remoto, senza dover venire alla sede. Le descrizioni on line consentiranno di effettuare facilmente una prima ricerca e valutare, a seconda dei risultati ottenuti, l’utilità di una telefonata per prenotare una visita in archivio».

La sezione storia del nostro sito, oltre a consentire la consultazione dell’Archivio storico ha altri quattro “capitoli” tutti importanti e interessanti: libri, immagini, storie e personaggi. Nei libri c’è una bibliografia completa delle cooperative confluite nell’Unicoop Firenze, con molti testi “sfogliabili” a schermo intero sul proprio computer. Degli altri abbiamo copie che possono essere date in prestito oppure da leggere nella nostra sede, per le copie uniche. Poi c’è la sezione immagini e video che si spiega da sola, mentre nelle “Nostre storie” ci sono articoli e racconti sulla nostra cooperativa e infine brevi e lunghe biografie di cooperatori che hanno dato un contributo importante per diventare ciò che siamo.

Ma torniamo ad Angela Fuggi che con il suo lavoro appassionato ha valorizzato tutti i materiali che erano sparsi in più insalubri scantinati. «Non ci sono solo verbali, registri libri mastro della contabilità. Ricordo le fotografie, le diapositive, i filmati e i video, ma ancora siamo nell’ambito normale di un archivio. Sono belli da vedere 26 fra stendardi e bandiere e la raccolta di migliaia di manifesti, dagli anni ’60 ad oggi».




Quaderni di Archimeetings L'Archivio storico di Unicoop Firenze Edizioni Polistampa


Video


Notizie correlate

coop storia

L’alba, 125 anni fa

Le prime assemblee della Cooperativa del popolo; ed è subito polemica


Coop: non basta la parola

I modelli di cooperativa e la tentazione di sparare nel mucchio

Video

I numeri alla rovescia

Dall’8 ottobre all’8 novembre, 38 assemblee sulla relazione fra cooperativa e territorio