Scritto da Rossana De Caro |    Aprile 2004    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

FORMAGGI FRANCESI
Dal dolce al forte

La Francia è la patria dei formaggi, tra i migliori al mondo. 350 varietà, tutte diverse tra loro, di vacca o di capra, sapori forti o delicati a seconda del gusto. Delle tentazioni da provare, anche magari programmando una cena a base di soli assaggi di formaggi, un plateau come direbbero i francesi, abbinati con qualche buon vino d'oltralpe.
All'Ipercoop fino al 10 aprile si troveranno in vendita una decina di questi "gioielli" di oltralpe, tutti prodotti artigianali di qualità. Come ad esempio il Gaperon, di latte vaccino, a forma di cupola lavorato con aglio e pepe macinato, o il Brie de Meaux, un formaggio salato a pasta molle e burroso che veniva servito ai banchetti già al tempo di Carlo Magno; il Coeur du Berry Cendre, fresco e dal sapore intenso, o il Bouton d'Oc, di capra, a pasta molle non pressata e non cotta, infilzato con uno stelo di paglia e dalla caratteristica forma a pera; il Camembert Gaslonde, dal sapore fruttato, drenato in modo naturale, che dopo essere stato distribuito in stampi con un apposito mestolo è lasciato asciugare e salato (durante questo periodo di affinamento viene rivoltato ogni 48 ore). Oppure il Crottin de Chavignol, dal lieve odore caprino, il cui sapore varia a seconda delle stagioni: più delicato in primavera e più forte in autunno.

Ecco alcuni consigli per gustare al meglio questi formaggi:
Non servirli troppo freddi, per assaporare a pieno l'aroma vanno tolti dal frigo almeno un'ora prima di essere consumati.
Tagliare i formaggi solo al momento in cui vengono consumati.
La giusta porzione è tra gli 80 e i 120 grammi a persona, per un piatto unico tra i 200 e i 250 grammi.
E' preferibile iniziare con il formaggio più dolce e passare quindi a quelli più piccanti e decisi, provate a disporre sul piatto dei piccoli assaggi in senso orario dal più dolce al più forte.



Offerte di Toscana

Il made in Toscana è giustamente famoso nel mondo per l'artigianato bellissimo e di qualità e per le specialità gastronomiche.
Dal 13 al 22 aprile in tutti gli ipermercati ci sarà un'offerta speciale che riguarda appunto manufatti e prodotti alimentari tipici della nostra regione.
Si potranno trovare oggetti realizzati ancora oggi da mani sapienti di artigiani locali, pezzi unici, molto particolari e decorativi per la casa e il giardino, realizzati in vari materiali: marmo, ceramica, terracotta, alabastro e vetro. Terrine, piatti, bicchieri, vasi, set da cucina, vassoi, formelle decorative per l'esterno, pentole, quadretti, caraffe, lampade provenienti da Montelupo Fiorentino, Calenzano, Pietrasanta,Volterra, Colle Val d'Elsa, Empoli, Montespertoli, zone in cui ancora sopravvivono piccole aziende che hanno mantenuto viva la tradizione di certe lavorazioni e mestieri che stanno ormai scomparendo.
Per la parte gastronomica, in evidenza prodotti e produttori di Toscana, con tante specialità che arricchiscono la tavola e rendono più conviviali i pasti. Dai carciofi morelli della Val di Cornia (ottimi lessi, fritti o cotti a vapore e dalle benefiche proprietà epatiche), al cavolo verza o cappuccio, alla ormai mitica bistecca alla fiorentina, alla trota della Garfagnana, al pecorino dalla buccia rossa di Siena toscano dop, al rigatino e prosciutto di cinta senese, e ancora il lardo di Montignoso, le crespelle alla fiorentina, i ravioli alla pesciatina, la salsiccia di Cusona, fino ai cantuccini alle mandorle e alla crostata di fragole fresche, un trionfo di sapori e di gusto all'insegna della toscanità e delle sue tradizioni culinarie.



Aprile all'iper
Pasqua all'Ipercoop


Festeggiate la Pasqua con le uova di cioccolata e le colombe prodotte nelle fornerie Ipercoop. Questi prodotti di ricorrenza vengono realizzati direttamente sul posto nei punti vendita provvisti di laboratorio.
- Le uova, dal peso di circa 350 g, sono fatte con puro cioccolato di altissima qualità e disponibili in 3 varietà: cioccolato bianco, fondente e al latte. Inoltre, altro aspetto interessante, sarà possibile personalizzare le uova con regali acquistati direttamente da voi per una vera sorpresa!
- Le colombe sono realizzate con lievitazione naturale (circa 15 ore) e con ingredienti genuini, senza coloranti né conservanti. Si può scegliere fra la colomba tradizionale, al cioccolato e con mandorle. Il peso è di 750 grammi circa.