Scritto da Rossana De Caro |    Aprile 2002    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Il carciofo empolese
Aprile al super
E' senza spine, e rispetto agli altri carciofi ha una produzione tardiva da marzo a giugno. Il carciofo empolese ha un sapore intenso e amaro e una consistenza particolare tenera e compatta. Il colore è verde tendente al violaceo. Questo ortaggio deve la sua tradizionalità e qualità sia alla particolare tecnica di produzione, rimasta invariata nel tempo, sia alle particolari condizioni climatiche della zona empolese, che contribuiscono a conferire a questo carciofo una particolare consistenza. La cinarina, una sostanza contenuta nel gambo, nelle foglie e nella infiorescenza, svolge un'azione benefica sul corpo. Ricchi di sodio, potassio, calcio, vitamine, fosforo e ferro, i carciofi possono essere utilizzati e cucinati in vari modi, fritti, alla romana, oppure, se giovani e teneri, a fettine, conditi con olio e limone.

Gelati da Certaldo
Un gelato alla riscoperta di antichi sapori, fatto solo con prodotti freschissimi e certificati, sani e genuini, latte, burro, uova e zucchero, senza conservanti. La differenza è nella qualità e nel prezzo e soprattutto nel sapore vero, non omologato, dei vari gusti. Sono i gelati Menne di Certaldo, una piccola e storica azienda artigianale toscana, che si potranno acquistare da maggio in una nuova ed originale confezione (un contenitore di metallo che può essere riutilizzato in vari modi) nei supermercati Coop. La tradizione dei gelati Menne risale agli anni Trenta, con la produzione artigianale di gelati che venivano venduti per le vie e le piazze dei paesi con il tipico carrettino al suono del campanello. Da allora di tempo ne è passato ma il gelato è sempre lo stesso, come fatto in casa.

Tipici e toscani
Aprile al super
Prosegue la kermesse dei prodotti tipici toscani nei supermercati Coop. Le tradizioni gastronomiche alimentari della nostra terra ci riservano infinite bontà spesso poco conosciute. Un patrimonio che Coop valorizza ormai da tempo portandolo alla ribalta del mercato e facendolo apprezzare ad un pubblico di consumatori sempre più vasto. Olio, vino, frutta, salumi, carni, ortaggi, tutte risorse locali legate alla cultura e alla storia del nostro territorio, varie e saporite, che rischiavano di scomparire travolte da una produzione industriale omologata. Ma fortunatamente, con queste operazioni "salvasapori" della tradizione locale e regionale promosse da Coop, sono di nuovo tra noi, 'piccoli tesori' da salvaguardare. Prodotti di nicchia, tipici di varie zone, che continuano a sopravvivere grazie al legame tra piccoli produttori e grande distribuzione come Coop, che con promozioni mirate sul territorio garantisce uno sbocco di mercato a questi prodotti, che altrimenti finirebbero schiacciati ed emarginati dal consumo di massa. Di scena dal 4 al 17 aprile i prodotti tipici dell'area empolese, della Valdelsa empolese e del comprensorio del cuoio, fra cui radicchio, bietole, zucchine con i fiori, cipolline fresche, porchetta, salame; dal 14 al 30 aprile il viaggio nei sapori toscani riprenderà con i prodotti locali dell'area pistoiese e di Prato.