Curare e prevenire le malattie o gli attacchi parassitari agli animali domestici

Scritto da Cristina Ceccarelli |    Luglio 2004    |    Pag.

Farmacista Fiorentina, classe 1974. Laureata in Farmacia presso l'Università di Firenze nel 2000, nel 2003 ha conseguito la specializzazione in Farmacia ospedaliera. Ha lavorato presso farmacie private per circa due anni, e attualmente ha un rapporto di collaborazione con la ASL 10 Firenze. Collabora da circa due anni con L'Informatore, coniugando la passione per la scrittura con l'informazione sanitaria, con uno stile semplice e diretto, acquisito dal costante rapporto che un farmacista ha con il pubblico.

Animali in farmacia 2
Il cane, si sa,
è il miglior amico dell'uomo, il gatto può avere un carattere più indipendente e solitario ma sa farsi amare, tartarughe, pesci e uccellini sono in genere meno ingombranti, ma richiedono ad ogni modo cure attente.
Gli animali entrano sempre più spesso nelle nostre vite, con loro dividiamo non solo il giardino o il cortile ma tutta la casa, sono amici di gioco per i bambini ed una compagnia fedele ad ogni età.
Tuttavia, soprattutto quando gli spazi sono stretti, è importante seguire alcune piccole regole, a tutto vantaggio di una igienica convivenza.
Le malattie trasmesse dall'animale all'uomo si chiamano "zoonosi" e possono essere di vario genere e gravità: alcune sono più diffuse anche a livello domestico (come la toxoplasmosi e le infestazioni da pulci e zecche), altre sono più rare e difficili da contrarre, ma gravi (la rabbia).

Prima di tutto, quando si decide di accogliere in casa un animale è bene valutare, per il suo e nostro benessere, la tipologia, la taglia e le abitudini della specie prescelta evitando animali di tipo esotico o selvatico che non riuscirebbero ad ambientarsi completamente e potrebbero essere portatori di microrganismi poco conosciuti e potenzialmente pericolosi.
E' bene inoltre ricordare che un animale sano non solo vive meglio, ma si comporta in misura minore da "vettore" di microrganismi: le indicazioni del medico veterinario per mantenere lo stato di salute dell'animale, i controlli periodici da effettuare ed i vaccini sono dunque indispensabili.

Le regole da seguire
Prima regola: alcune zone della casa, come la cucina e la camera da letto, dovrebbero essere vietate ai nostri amici a quattro zampe. E' bene per quanto è possibile educarli fin da cuccioli.

Animali in farmacia
Cani e gatti,
soprattutto nella stagione calda, possono riportare da un'allegra passeggiata all'aperto "ospiti" come pulci e zecche: questi per prima cosa fanno soffrire l'animale, inoltre possono infestare la nostra casa. E' bene quindi trattare l'animale con prodotti appositi da acquistare dopo consulto con il veterinario.
Gli antiparassitari per pulci e zecche sono disponibili in fialette (spot-on) da applicare dietro le scapole dell'animale oppure in spray da spruzzare su tutto il pelo. In genere forniscono una protezione prolungata.
Gli spray possono essere utilizzati anche su tappezzerie (fate sempre prima un piccolo test in un punto poco visibile per verificare che non permangano macchie o aloni) per eliminare uova e/o parassiti, che possono costituire una fonte di reinfezione.
I collari antipulci e zecche hanno un'efficacia discreta, ma minore rispetto a spray e fialette. Tutti questi prodotti, per la sicurezza dell'uomo e dell'animale, devono essere utilizzati rispettando quantità, modi e tempi previsti sulle confezioni. I prezzi vanno dai 13-14 euro per i collari ai 15-20 euro per gli spray.

E' indispensabile la quotidiana e attenta igiene di ciotole, vaschette, lettiere e cucce.
La saliva, le unghie, il pelo degli animali possono essere contaminati da microbi e uova di parassiti pericolosi per l'uomo, è quindi ovvio che è necessario lavarsi le mani dopo aver accarezzato un animale ed abituare i bambini a non lasciarsi leccare mani e viso.
Evitare il contatto con animali sconosciuti. Il gatto per le sue abitudini di vita più indipendenti è maggiormente responsabile di zoonosi.

Nel caso di morso di animale, sia esso domestico o randagio, è indispensabile rivolgersi subito ad un pronto soccorso e se possibile far controllare l'animale da un veterinario. Graffi di gatto o le beccate di uccello devono essere medicate prontamente.

TOXOPLASMOSI
Pericolosa in gravidanza La toxoplasmosi è una malattia causata da un parassita che infesta l'intestino del gatto, che ne elimina le uova tramite le feci.
L'uomo è contagiato attraverso l'ingestione delle uova generalmente rilasciate sul terreno: possono essere fonte di contagio anche carni crude o poco cotte di animali infestati, salumi, uova crude e latte non pastorizzato.
La malattia è molto diffusa, ma non pericolosa, tanto che spesso, in normali condizioni, passa quasi inosservata: tuttavia se contratta durante la gravidanza, soprattutto nel primo trimestre, è assai rischiosa per il bambino.
Per questo motivo si consiglia sempre alle donne in attesa di sottoporsi ad un esame del sangue per verificare se in passato hanno contratto la malattia (e ne sono quindi protette): in caso negativo è importante seguire scrupolosamente i consigli del medico per rendere minimi i rischi di contagio.


ZECCHE
Visita medica d'obbligo

Le zecche sono piccoli insetti che parassitano cani, topi, uccelli, ovini... e talvolta anche l'uomo, nutrendosi del sangue dell'ospite.
La zecca ha una testa che tende ad insinuarsi nella cute dell'ospite ed un corpo che rimane esterno e si ingrandisce man mano che si nutre. Possono trasmettere malattie pericolose sia all'uomo che all'animale. E' buona norma controllare soprattutto i cani dopo passeggiate all'aperto nella bella stagione.
E' molto importante rimuovere correttamente la zecca poiché spesso la parte della testa tende a rimanere in sede. Se non si è particolarmente esperti conviene rivolgersi al veterinario. Visita medica indispensabile se la zecca ha scelto un ospite umano.