Scritto da Sara Barbanera |    Giugno 2012    |    Pag.

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Diritto all'affetto
In tempo di abbandoni estivi, rincuora una notizia positiva in tema di cani e gatti: la novità riguarda Arezzo; a raccontarcela è Sara, collega dell'Iper, attiva presso l'Enpa: «Ad Arezzo le cose funzionano discretamente grazie alla collaborazione fra associazioni come Enpa, Lav, Lipu, Wwf. L'amministrazione comunale ha dato un segnale incoraggiante ad aprile, con l'inaugurazione dello Sportello per i diritti degli animali per l'orientamento e la sensibilizzazione su un tema importante per la qualità della convivenza urbana».
A ben guardare, la strada da fare è ancora molta, anche all'interno del canile dove Sara e i volontari Enpa operano: «Prendersi cura di circa 250 animali fra cani e gatti richiede l'impegno di tanti; coperte, cibo, compagnia, ma anche un'adozione a distanza: anche poco, ma ognuno mette quello che può». Gli sforzi sono ricompensati, perché ultimamente al canile si registra un calo degli abbandoni e un aumento delle adozioni: «Un grande riconoscimento - spiega Sara - è la legge sull'obbligo di microchip con sanzioni per abbandono o mancato soccorso; il vero riconoscimento, poi, è l'affetto totale che riceviamo dai nostri amici a quattro zampe!». (www.enpa-arezzo.it - tel. 0575357650; Sportello per i diritti degli animali 0575377538 - dirittianimali@comune.arezzo.it)


Un piccolo sostegno
Ancora più affollato è il Rifugio di Tom nei pressi di Cascina dove opera Chiara, collega dell'Iper di Cascina: «La struttura ospita circa 400 cani - racconta Chiara - che aumentano in tempo di vacanzieri "smemorati". Fortunatamente la comunità locale è piuttosto sensibile: ristoranti, bar e abitanti della zona contribuiscono e il circuito intorno al canile è ormai una rete di vere e proprie amicizie».
Tante le attività da svolgere in canile; ma anche fuori l'impegno non manca e Chiara è la prima ad accogliere i casi più disperati: «La mia casa è un via vai di trovatelli - spiega Chiara -, tanto che ormai ho coinvolto anche i colleghi che in molti a Natale acquistano il calendario del canile. Sono contenta sia per il contributo che per il forte segnale di sensibilità; se tutti dessimo un piccolo sostegno, la qualità della vita di questi animali migliorerebbe e forse anche la nostra!». (Rifugio Tom - San Lorenzo a Pagnatico - Cascina (PI) - www.rifugiotom.it - info@rifugiotom.it)


Qua la zampa

AAA - Assistenza offresi. Di questo ci parla Lisa, collega di Santa Reparata, attiva in una rete supporto al mondo dei quattro zampe: «Frequentando le associazioni del settore, ho scoperto la pet therapy alla quale vorrei avvicinare i miei due cani: AAA oppure TAA, attività o terapie assistite dagli animali con obiettivi di compagnia e di intervento per migliorare la salute dei pazienti». L'ospedale Meyer di Firenze ha fatto da pioniere con i bambini; oggi l'attività si sta allargando anche ai centri anziani. Il campo di sperimentazione è ampio e i risultati per l'uomo importanti: «Una delle esperienze più significative - aggiunge Lisa - è il progetto Melampo di addestramento cani per l'assistenza a disabili, della Scuola nazionale cani guida per ciechi di Scandicci con la Regione e l'Asl 10: è incredibile vedere i cani aprire porte, accendere la luce, portare il giornale e la spesa... e senza niente in cambio!».
«La grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere valutati dal modo in cui vengono trattati i suoi animali». Parola di Gandhi.
(www.meyer.it - caneincorsia@gmail.com - www.rete.toscana.it/sett/polsoc/scuolacaniguida - scuola.cani.guida@regione.toscana.it - Tel. 0554382850)