Una pubblicazione con la cronaca della cooperativa a partire dal 1960

Scritto da Antonio Comerci |    Gennaio 2005    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Alle origini dell'oggi
Abbiamo messo in fila
e contato i libri che parlano della cooperativa: sono almeno 14, e qualcuno è probabilmente sfuggito alla conta.
Primo di tutti quello di Antonio Casali, pubblicato in occasione del centenario dell'Unicoop Firenze, "Un secolo di cooperazione di consumo, 1891/1991 - Dalla Società cooperativa di Sesto Fiorentino all'Unicoop Firenze".
Poi ci sono alcune biografie di cooperatori (Susini, Cesari, Di Santo, Stella ed altri) ed altre pubblicazioni che ripercorrono le storie delle località e delle cooperative che sono confluite nell'Unicoop Firenze.
A completare il quadro è uscito, verso la fine del 2004, il bellissimo volume de Il Mulino "La cooperazione di consumo in Italia", che dai primordi dello spaccio torinese del 1854 arriva alle interviste ai nove presidenti delle più grandi cooperative italiane di consumatori, con le vicende degli ultimi anni e con le prospettive immaginate per i prossimi.

Cosa manca? Probabilmente devono ancora essere fatti alcuni approfondimenti, chiariti alcuni aspetti nella costruzione dell'edificio cooperativo che sono rimasti in ombra. Certamente c'è ancora lavoro per la ricerca storico-scientifica, ma occorrerà aspettare che si decantino le passioni, le parzialità, per giungere a riflessioni più obiettive e di spessore.
Mancava, ci è parso, un raccordo fra la riflessione storica e la quotidianità dei punti vendita. Qualcosa che raccontasse dei muri, degli scaffali, dei volti dei cooperatori che si vedono nelle assemblee. Mancava la memoria corta, quella che mette in fila i fatterelli di ogni anno, per dare un senso a quello che è stato fatto e si continua a fare. Insomma, una cronaca che ancora non è storia, ma che serve perché ci coinvolge in maniera più diretta.

Così è nata la pubblicazione "Alle origini dell'oggi - Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa", in distribuzione gratuita per tutti i soci e i dipendenti che la richiederanno.
E' una specie di "album di famiglia" con le foto in bianco e nero che, pagina dopo pagina, diventano a colori. Una cronologia dei fatti che, scanditi dagli anni che trascorrono, ci portano dal 1960 al 2004.
Dal primo supermercato (Empoli 1963) al primo Grande magazzino (Empoli 1970), dal supermercato integrato (Pistoia 1978) al primo ipermercato (Montecatini 1988), fino ai giorni nostri. Passando anche per l'Informatore (1963), le "Giornate dei giovani consumatori" (1982), l'incontro con Sandro Pertini (1985), l'iniziativa per anziani e disabili Ausilio (1997), la campagna di solidarietà "Un cuore si scioglie" (2000). Tanti nomi, tanti volti, tanti ricordi!