In vendita nei negozi Unicoop Firenze un test per verificare la "bontà" dell'acqua di casa

Scritto da Francesco Giannoni |    Novembre 2010    |    Pag.

Fiorentino da una vita, anche se con sangue maremmano e lombardo, laureato in lettere, è sposato con due figli. Si occupa di editoria dal 1991, prima come dipendente di una nota casa editrice della sua città, ora come fotografo e articolista free-lance. Collabora a riviste quali Informatore, Toscana Oggi, Calabria7, e a importanti case editrici.

Ci possiamo fidare dell'acqua del rubinetto? Tanti evidentemente pensano di no e continuano ad acquistare la minerale in bottiglia. Alla base di tale diffidenza c'è sia disinformazione che pregiudizi verso quel che è "pubblico", ma anche il timore, che le tubature del condominio possano essere vecchie e quindi dannose per l'acqua che vi scorre.

Se della bontà e della sicurezza dell'acqua erogata dall'acquedotto abbiamo parlato nello scorso Informatore, comunichiamo a soci e clienti della cooperativa che dalla fine di ottobre, nei negozi super e iper, è in vendita, (al prezzo di euro 9,90), Immediatest Acqua, una confezione monouso composta da 5 provette per analizzare in maniera semplice e veloce la qualità dell'acqua che sgorga dal rubinetto. Immediatest Acqua misura i seguenti parametri chimici: pH (l'acidità), durezza (il calcare), nitriti-nitrati, solfati e cloruri.

Il sistema, basato sul tradizionale principio della cartina tornasole, utilizza cinque "strisce colorimetriche" che cambiano colore alla presenza di quelle sostanze nell'acqua; una volta che le strisce vi sono state immerse per pochi secondi, assumeranno colori diversi secondo le caratteristiche dell'acqua esaminata. Sarà possibile comparare i colori assunti dalle strisce con quelli della scheda contenuta nella confezione, che si riferiscono ai limiti massimi che la legge prevede per la presenza nell'acqua delle sopradette sostanze.

Se si riscontrano valori fuori parametro è possibile da una parte verificare con l'acquedotto o la Asl di zona i risultati ottenuti, chiedendo spiegazioni in merito a eventuali problemi della rete idrica; dall'altra verificare che tubature e rubinetti di casa non siano danneggiati o deteriorati.

Inoltre, in base ai risultati ottenuti sarà possibile scegliere il modo più idoneo per procedere alla depurazione casalinga dell'acqua del rubinetto. Nella scelta, sarà utile una tabella (che confronta i vari sistemi), realizzata in collaborazione con Altroconsumo e Legambiente. La tabella è consultabile su http://www.immediatest.com/index003.php, un sito ricco di informazioni esposte in modo chiaro e semplice.

Se, invece, i risultati rientrano nei valori previsti dalla legge, vuol dire che l'acqua è potabile, sicura e di buona qualità. Sarà possibile, così, bere acqua a km 0 con un evidente risparmio per le nostre tasche e un occhio di riguardo per l'ambiente.

Immediatest
Una creazione italiana

Immediatest Acqua è un sistema di controllo qualitativo dell'acqua interamente ideato e sviluppato da un gruppo di giovani ed entusiasti ricercatori dell'Università degli studi di Milano-Bicocca ed è prodotto da uno spin-off universitario anch'esso italiano.

Semplice, veloce, affidabile ed economico, è, se ce ne fosse bisogno, una conferma dell'assoluta validità della ricerca scientifica italiana, volta in questo caso alla tutela del consumatore e alla salvaguardia di una risorsa di primaria importanza per la vita: l'acqua.

L'analisi delle acque domestiche andrebbe eseguita una-due volte l'anno.


Foto di Torrini Fotogiornalismo


Notizie correlate

Acqua di fonte

I rischi e i consigli per approvvigionarsi alle acque di sorgente


Minerale o di rubinetto?

Mini guida alle acque da bere. Le principali caratteristiche


Tempo di sete

Sudando si ha bisogno di più liquidi