Nonostante l'adozione del terzo turno e l'adozione di tutte le misure per aumentare la produzione di vassoi, insalatiere e coppette, lo stabilimento di Sesto Fiorentino della Richard Ginori, non ce l'ha fatta a rispondere alla richiesta di questi prodotti da parte dei nostri clienti che fanno la collezione dei bollini per le ceramiche. Soprattutto le coppette sono introvabili da almeno due mesi, mentre vassoi e insalatiere arrivano nei punti vendita e spariscono rapidamente. Così, la direzione della fabbrica ha deciso d'investire in un nuovo macchinario in grado di aumentare notevolmente la produzione, mantenendola di alta qualità e a Sesto.
La nuova macchina sarà pienamente operativa dal 1° agosto.
Quindi in due mesi dovremmo soddisfare tutte le richieste, infatti la consegna delle porcellane è stata prorogata al 30 settembre e quella della distribuzione dei bollini al 1° agosto.
Quindi non c'è bisogno di rincorrere le agognate ceramiche: un po' di pazienza e tutte le "schede" con i bollini saranno onorate.