Le proposte per la scuola presentate da Coop, tra conferme e novità

Quando i ragazzi giocano a fare palloncini da campione con i loro chewingum, certamente non immaginano che quella gomma da masticare, una volta gettata, impiegherà cinque anni prima di essere smaltita. Sono gli stessi ragazzi che davanti ad un pollo arrosto hanno un solo dilemma: coscia o petto? È proprio ispirandosi a questi prodotti, simbolo dei consumi tra i più giovani, che Coop ha ideato due nuovi percorsi di educazione al consumo consapevole: in tutto sono una trentina i progetti proposti al mondo della scuola, dalle materne agli istituti superiori. Raccolti in una guida – che quest’anno ha un formato più accattivante, stile tabloid – sono accompagnati da interventi e riflessioni autorevoli affidate, tra gli altri, a Mario Tozzi, (geologo e primo ricercatore del Cnr-Igag, nonché conduttore televisivo) e a Pietro Lucisano, docente di Pedagogia sperimentale all’Università La Sapienza di Roma. La nuova guida 2008-2009 “Sapere Coop, consumatori consapevoli, cittadini del mondo” sarà distribuita agli insegnanti in occasione degli incontri di presentazione dei progetti ed inviata a tutti i capi di istituto in Toscana.

 

Polli globalizzati
Partendo da prodotti specifici, tra i più amati – e consumati – dai ragazzi, attraverso giochi e attività di gruppo si riflette con le classi per arrivare ad una consapevolezza delle proprie scelte, sollecitando atteggiamenti di consumo critico e responsabile.
Tra i percorsi sono due le novità assolute: “Polli senza frontiere”, per i ragazzi di terza media e del primo biennio delle superiori, e “Dietro una gomma”, per quelli del quarto e quinto anno della scuola primaria.
Il primo prende spunto da un articolo scritto da un giornalista sulla battaglia al cibo globale che è partita dal Camerun, dove la disuguaglianza tra il nord (che commercia le parti migliori del pollo) e il sud (che è costretto ad importare scarti e frattaglie) fa parte di quei meccanismi economici della globalizzazione sui quali i ragazzi sono invitati a riflettere, attraverso giochi di ruolo e simulazioni. Il secondo affronta la filiera del chewingum: la sua storia, i suoi ingredienti, i luoghi dove viene confezionato e venduto, con una visita didattica al supermercato che servirà anche a far capire quali sono i meccanismi che regolano la gestione di un grande punto vendita (le luci, i colori, la posizione delle merci sugli scaffali) con una guida d’eccezione, il fantastico Mister Gomma.
Due anche le novità per i più piccoli, dove la Strega Pasticcia raddoppia: la simpatica streghetta accompagnerà i bambini dell’ultimo anno della scuola di infanzia nell’orto delle meraviglie, attraverso la realizzazione di un semenzaio; in “La Strega Pasticcia fa splash”, invece, trasformata in una goccia d’acqua, svelerà i segreti del ciclo dell’acqua, e i giusti comportamenti per non sprecarla. I nuovi percorsi si affiancano a quelli già collaudati dedicati alla sana alimentazione e al cioccolato.
Un percorso dedicato ai vantaggi della filiera corta (dal produttore al consumatore, riducendo al minimo indispensabile tutti i passaggi intermedi) sarà attuato in via sperimentale ad Arezzo.
Le merendine, le scarpe da ginnastica, il cellulare, il cioccolato, il percorso di una bottiglia d’acqua, il ciclo dei rifiuti, la corretta alimentazione completano le proposte di Unicoop Firenze.

Toscani consapevoli
Più di 65.000 alunni coinvolti ed oltre 3.200 insegnanti, per un totale di 3.026 classi tra scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie. Sono questi i numeri dei percorsi di educazione al consumo in Toscana, anno scolastico 2007-08. Una piccola popolazione in costante crescita, che sceglie le proposte di Coop per la scuola in materia di educazione ai consumi. Attraverso la rete dei centri Doc, l’attività di educazione al consumo consapevole è diventata uno strumento permanente e capillare su tutto il territorio regionale. Ogni animazione è un piccolo progetto educativo che si sviluppa in due o più incontri di circa due ore, realizzati in classe, nei Centri stessi o all’interno del supermercato, vissuto come un vero e proprio laboratorio didattico. Punto forte delle attività proposte da Unicoop Firenze è proprio l’intervento in prima persona dei ragazzi, che possono dedicarsi alla realizzazione di un orto biologico, mettere a confronto alimenti ed etichette, ricostruire il ciclo dell’acqua, intervistare i clienti di un supermercato sugli organismi geneticamente modificati, oppure, attraverso specifici giochi di ruolo, mettersi nei panni dei coltivatori del Sud del mondo per esplorare le dinamiche che regolano il commercio internazionale.
Un lavoro collegiale, pensato e scritto a più mani, fatto proprio dalle singole cooperative e ora a disposizione di chi è attore protagonista (studenti e insegnanti) dei percorsi educativi che in Coop hanno ormai quasi 30 anni di vita.


Consumo consapevole
I centri in Toscana

Arezzo
Via Amendola 15, tel. 0575328238, fax 0575382606, e-mail: arezzo@consumoconsapevole.it
Centro di riferimento per le scuole situate nei territori di Arezzo, Valdarno, Alta Valtiberina.

Empoli
Via R. Sanzio 199, tel. 057182618, fax 0571945716, e mail: empoli@consumoconsapevole.it
Centro di riferimento per le scuole situate nei territori di Empoli, Castelfiorentino, Castelfranco di Sotto, Certaldo, Montopoli, San Miniato, Santa Croce sull’Arno, Santa Maria a Monte, Valdinievole.

Firenze
Via Vittorio Emanuele 194, tel. 0554225621, fax 0554225651, e mail: firenze@consumoconsapevole.it
Per le scuole situate nei territori di Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Fiesole, Firenze, Pelago, Pontassieve, Rufina, San Piero a Sieve, Scandicci, Scarperia, Vaglia, Vicchio.
Per le scuole situate nei territori di Agliana, Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Pistoia e parte della provincia, Prato e provincia, Sesto Fiorentino, Signa, contattare i seguenti numeri: tel. 0554225622 – fax 0554225652, e-mail: firenze@consumoconsapevole.it

Lucca
Via Romana, loc. Antraccoli (piano superiore del supermercato Coop), tel. e fax 0583469070.
Centro di riferimento per le scuole situate nei territori di Lucca e parte della provincia. Apertura del centro su appuntamento: per programmare l’attività nel territorio contattare il Centro di Pisa (tel. 050542740), e-mail: lucca@consumoconsapevole.it

Pisa
Via Walter Tobagi (piano superiore del supermercato Coop), tel. 050542740, fax 050570051, e-mail: pisa@consumoconsapevole.it
Centro di riferimento per le scuole situate nei territori di Pisa e provincia, escluso il comprensorio del cuoio.

Siena
Presso la sezione soci Coop “Le Grondaie”, Strada del Paradiso 1, tel. 0577334002, fax 0577334122, e-mail: siena@consumoconsapevole.it
Centro di riferimento per le scuole situate nei territori di Colle di Val d’Elsa, Impruneta, Poggibonsi, San Casciano, Siena, Tavarnelle, Tavarnuzze.



Educazione ai consumi
Tutti a settembre
Gli incontri con gli insegnanti per la presentazione dei progetti dei Centri per l’educazione al consumo consapevole, anno scolastico 2008-2009

Empoli – Lunedì 8, orario 16.30-18, Ist. naz. di formazione delle cooperative di consumatori, via Sammontana 11, Montelupo
Pisa - Martedì 9, orario 16-18, Stazione Leopolda, piazza Guerrazzi 2
San Giovanni Valdarno – Martedì 9, orario 17-18, Aula magna Facoltà di geotecnologia Università degli studi di Siena, via Vetri Vecchi 34
Firenze - Mercoledì 10, orario 16-18, Villa Viviani, via G. D’Annunzio 230
Sansepolcro – Mercoledì 10, orario 16.30-18, Saletta soci, viale Osimo 541
Pisa - Giovedì 11, orario 16.30-18, Grand Hotel San Marco, via Lischi 3, Casciana
Arezzo – Venerdì 12, orario 16.30-18, centro Doc presso Ipercoop Setteponti, viale Amendola 15
Monsummano Terme – Venerdì 12, orario 16.30-18, Fattoria Medicea, via C. Battisti 371
Siena - Martedì 16, ore 16-18, Enoteca italiana, presso Fortezza Medicea, piazza Libertà
Lucca – Mercoledì 17, orario 16.30-18, Villa Bottini, via Elisa
Colle di Val d’Elsa-Poggibonsi – Giovedì 18, orario 16-18, Villa Lecchi, loc. Lecchi, Staggia Senese, Poggibonsi
Prato – Giovedì 18, orario 16.30-18, Art Hotel Museo Pecci, viale della Repubblica
San Casciano – Venerdì 19, orario 16-18, Villa Borromeo, via Borromeo 110

La registrazione delle presenze comincia 30 minuti prima dell’inizio degli incontri.

 


 

Le illustrazioni di questa pagina sdono di Lorenzo Mattotti