Scritto da Stefano Giraldi |    Novembre 2003    |    Pag.

Giornalista e fotografo Specializzato in arte ed architettura. Ha realizzato un gran numero di cataloghi per artisti contemporanei italiani e stranieri. È stato a capo di campagne fotografiche per la realizzazione di numerosi volumi sui palazzi e chiese di Firenze per importanti case editrici con le quali collabora tuttora.

A cena da Boccaccio 2
Certaldo, oltre ad essere
uno dei centri maggiori della Valdelsa, è anche uno dei paesi medievali più belli d'Italia. L'antico castello (Certaldo Alto) risiede sulla cima di una collina, da una parte delimitata dal torrente Agliena e sul lato opposto da una collinetta chiamata il Poggio di Boccaccio. Il più grande novelliere del mondo, Giovanni Boccaccio, abitava infatti in una bella casa-torre a Certaldo Alto e proprio dirimpetto a quella si trova la trattoria e pizzeria "La Tinaia", un locale con magnifiche volte trecentesche in mattoni che ospitava i grandi tini di vino del Palazzo Giannotti.
Da antica tinaia a moderna trattoria-pizzeria - gestita con giovanile intelligenza da Giovanni Covato e Giovanni Bellofatto, con la collaborazione della simpatica direttrice di sala Martina Jud e dal giovane (22 anni) ma già esperto cuoco Lorenzo Bucalossi dell'Associazione cuochi fiorentini - il connubio risulta quanto mai felice. Gli antipasti si aprono con una selezione di formaggi misti, serviti con pere e miele di acacia di loro produzione, seguiti da un mix di crostoni con lardo-pomodorini-pecorino e olio extra vergine. Tra i primi piatti, il pancotto di cipolla di Certaldo profumato al balsamico o le classicissime ma sempre gustose tagliatelle al ragù di cinghiale. Oppure, se preferite la selvaggina come secondo, il cinghiale in umido con le olive o ancora le cotolette di agnello alla scottadito. La carta offre anche ben quattro carpacci, di vitello e pecorino, bresaola e grana, pescespada rucola e funghi, tonno affumicato e crudità. Si termina con una curiosa pizza dolce con cioccolata e fragole, davvero ottima.

Trattoria Pizzeria La Tinaia
Via Boccaccio 35
Certaldo Alto
Tel. e fax 0571656681
Chiuso il lunedì
Prenotazione consigliabile
Prezzo medio con vino della casa euro 25
Carte tutte

Da vedere
Il borgo medievale tutto: dalla Casa Museo di Boccaccio al Palazzo Pretorio (vero capolavoro); la vicina San Gimignano, il Castello di Staggia.

Come arrivarci
da Firenze con la superstrada per Siena, uscita Poggibonsi
da Pisa per Empoli, Montespertoli, Certaldo
da Arezzo A1 uscita Certosa, superstrada per Siena

A cena da Boccaccio
Ricetta
Pancotto di cipolla di Certaldo profumato al balsamico

Ingredienti:
Aceto balsamico, qualche goccia
Cipolla rossa, 300 g
Olio extra vergine di oliva, 4 cucchiai
1 spicchio d'aglio
Pane raffermo toscano, 8 fette
Brodo vegetale
Pepe in polvere
Pazienza

Si fa soffriggere l'olio in un tegame con lo spicchio d'aglio intero. Quando diventa biondo toglierlo, aggiungere le cipolle sbucciate e tagliate a fette sottilissime. Si stufano le cipolle a pentola coperta per 20/25 minuti, facendo attenzione che il liquido non si restringa molto. Aggiungere il pane spezzettato e contemporaneamente il brodo, fino a ricoprire il tutto.
Correggere con sale e pepe e mescolare vigorosamente il composto con un cucchiaio di legno. Quando il brodo sarà completamente assorbito il pancotto è pronto per essere servito, innaffiato con olio extra vergine d'oliva e qualche goccia di aceto balsamico.