Raccolte straordinarie per aiutare le famiglie più bisognose, grazie all’impegno delle sezioni soci e dei volontari

Scritto da La Redazione |    Dicembre 2013    |    Pag. 5

Quasi 57 tonnellate di prodotti alimentari raccolti da maggio a ottobre in vari punti vendita di Unicoop Firenze, e destinati alle famiglie in difficoltà. È un risultato eccezionale e la risposta di soci e clienti è stata al di sopra di ogni attesa.

In questo periodo di crisi acuta, l’attività della cooperativa per dare una mano alle famiglie che più hanno bisogno di aiuto non solo si è fatta più intensa, ma ha anche cercato nuove forme.

Con la tradizionale rete di solidarietà Coop – Buon fine, attiva in tutti i supermercati, da tempo vengono recuperate merci non più commerciabili (per piccoli difetti di packaging o altro) e consegnate alle mense sociali e ai nuclei familiari in difficoltà.

Ma, vista la fase di grave disagio che stiamo attraversando, le sezioni soci e le associazioni di volontariato hanno organizzato raccolte straordinarie per rifornire le mense e dare un aiuto ulteriore alle famiglie.

Con lo slogan “Alimenta la solidarietà”, negli ultimi mesi sono state organizzate raccolte in vari punti vendita di Unicoop Firenze dalle sezioni soci locali con l’aiuto di volontari.

Ecco alcuni esempi concreti. In un solo giorno al Centro*Gavinana sono state raccolte 7 tonnellate di prodotti, al Centro*Empoli 5,2 tonnellate, a Lastra a Signa 3,3.

Anche i punti vendita di minori dimensioni hanno dato un grande contributo. A Castelfiorentino in una giornata sono state raccolte 2,4 tonnellate di prodotti, a San Casciano 2, nell’area della Valdera 3,3.


Notizie correlate

Da spreco a buon fine

Il progetto recupero delle merci non vendibili


Tutto a Buon fine

Tonnellate di prodotti inutilizzati, ma in buone condizioni, destinate a comunità e associazioni