Header_cultura

Il viaggio di Marco Polo nelle fotografie di Michael Yamashita

Enti e teatri convenzionati

Spettacoli nel carrello

Fai la spesa e prenota il teatro!

Il fascino dei luoghi esplorati da Marco Polo attraverso le immagini di uno fra i più grandi fotografi di National Geographic: fino al 1° luglio 2018, BLU | Palazzo d’arte e cultura di Pisa ospita la mostra “Il viaggio di Marco Polo nelle fotografie di Michael Yamashita”, realizzata per Fondazione Palazzo Blu da National Geographic, con il contributo della Fondazione Pisa e del Museo nazionale d’arte orientale Giuseppe Tucci.

«Tutto ebbe inizio con la domanda: “Marco Polo andò in Cina?” – ha raccontato Michael Yamashita. La dottoressa Frances Wood, a capo del Dipartimento di Sinologia del British Museum, nel suo libro del 1996 – intitolato appunto “Did Marco Polo go to China?” – lo negò. Espresse dubbi circa la sua credibilità, basando in buona misura la propria argomentazione non tanto su ciò che aveva narrato nel suo epico resoconto di viaggio, composto nel XIII secolo, quanto piuttosto su ciò che aveva omesso. La Wood si chiedeva perché non avesse incluso nella narrazione conquiste, realizzazioni e usanze cinesi rilevanti come l’arte della stampa, il costume della fasciatura dei piedi, la calligrafia, la pesca con i cormorani, l’abitudine di bere il tè, l’uso delle bacchette per mangiare e la Grande Muraglia. In qualità di viaggiatore professionista specializzato nei territori legati a Marco Polo, avvertii l’urgenza di difendere questo instancabile viaggiatore italiano, il cui itinerario avevo incrociato spesso durante il mio lavoro nell’Estremo Oriente».

Armato di quattro macchine fotografiche, di una dozzina di obiettivi, di un migliaio di rullini e di una traduzione commentata del “Milione”, Yamashita si è così messo alla ricerca di Marco Polo, il grande viaggiatore veneziano che ha ispirato anche Cristoforo Colombo e innumerevoli altre imprese di esploratori e viaggiatori, e ne ha ripercorso le orme per National Geographic in un reportage che è durato anni.

«Seguendo le tracce delle monumentali memorie di Marco Polo, Michael Yamashita ha ritrovato molte tradizioni e molti luoghi narrati dal mercante veneziano, rendendo giustizia alla sua testimonianza diretta di quelle terre remote – dice Marco Cattaneo, curatore della mostra e direttore dell’edizione italiana della rivista “National Geographic”. E, soprattutto, facendoci assaporare piccoli scorci di mondo che sembrano rimasti congelati a settecento anni fa. Resuscitando così l’epica del viaggio lungo la Via della Seta».

Fra le informazioni e gli stimoli presenti nella mostra, un risalto particolare è dato anche alla figura di Rustichello da Pisa, a cui si deve la stesura, grazie ai racconti di Marco Polo durante il suo periodo di prigionia nel 1298, de “Il Milione”. Complessivamente le fotografie esposte sono 77, cui si aggiungono immagini in movimento, testi esplicativi, mappe, racconti audio ed oggetti provenienti dai luoghi attraversati da Marco Polo.

A maggio visite guidate e laboratori.
Il 6, 13, 20 e 27 maggio visita guidata alla mostra alle 17.30 (durata circa 1 ora). Per i soci la visita guidata è gratuita e compresa nell'ingresso in convenzione alla mostra (4 euro).
Nelle stesse date, alle 10.30 visite guidate e laboratori per famiglie. Dopo la visita alla mostra i partecipanti si trasferiranno nei laboratori per intraprendere un viaggio con un gioco da tavolo, un Gioco dell'Oca rivisitato con i contenuti e le immagini della mostra. Costo per i soci 8 euro adulti, 5 euro bambini.
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili ai numeri 0502204650 - 3771672424 - info@kinzicacoop.it

Tutte le date

Da: 24/03/2018

A: 01/07/2018

Palazzo Blu

Agevolazioni per i soci.

Contatti

Tel. 0502204650

www.palazzoblu.it

Prezzo per i soci: 4,00 €

Prezzo per i non soci: 6,00 €

Eventi in evidenza

Gong

02/06/2018 - 14/10/2018

Marina Abramović. The Cleaner

21/09/2018 - 20/01/2019