Header_cultura

Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo

Enti e teatri convenzionati

Spettacoli nel carrello

Fai la spesa e prenota il teatro!

Nell’arco della sua lunga carriera Franco Zeffirelli, scrittore, scenografo, costumista, regista ha realizzato 18 film e ha messo in scena 31 spettacoli di prosa e più di 100 opere liriche, frutto di una professionalità costruita con impegno e rigore, sommando l’esperienza giovanile di attore e quella degli studi di Belle Arti e all’amore per la musica. Tutte le sue creazioni sono costruzioni elaborate quanto pazienti, frutto di intuizioni fondate sulla sapienza e sull’approfondimento.

Il Museo del Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo è costituito principalmente da una Mostra Permanente dedicata alla sua opera.

A partire dal 1948 la mostra ripercorre le tappe fondamentali della folgorante carriera internazionale di Zeffirelli, resa più emozionante dagli intensi rapporti di amicizia che lo hanno spesso legato ad artisti di grosso calibro. Prima tra tutti Maria Callas, che sotto la direzione di Zeffirelli ha interpretato i capolavori di Verdi, Puccini, Bellini, Rossini e Donizetti. Accanto a preziosi bozzetti e a fotografie di scena degli spettacoli, è esposto un costume indossato dalla Divina nel “Turco in Italia” (per gentile concessione del Teatro alla Scala di Milano).          

La mostra è articolata in 20 capitoli, di cui il teatro d’opera occupa più della metà. Quattro sale sono dedicate a compositori (Pergolesi, Donizetti, Verdi, Puccini, Barber) e altre sette, monografiche, sono dedicate alle opere che Zeffirelli ha visitato di più nel corso degli anni, ideando ogni volta un allestimento diverso: “Cavalleria rusticana”, “Pagliacci”, “Falstaff”, “La traviata”, “Aida”, “Turandot”, “Carmen”, “Don Giovanni”.

Degli altri capitoli, i primi due, introduttivi, rievocano gli incontri con Luchino Visconti e con Maria Callas. Altri due sono dedicati al teatro di prosa, classico e moderno, e illustrano l’impegno profuso da Zeffirelli nel rivitalizzare il grande teatro classico (soprattutto di ambientazione italiana, come “Romeo e Giulietta”, “Molto rumore per nulla” e “Lorenzaccio”) e nel diffondere all’estero la drammaturgia italiana (Verga, Pirandello ed Eduardo de Filippo). Quattro capitoli raccontano le sue opere cinematografiche più importanti: i film di discendenza letteraria (“Romeo e Giulietta”, “Amleto”, “Storia di una capinera”), i film opera (“Cavalleria rusticana”, “Pagliacci”, “La traviata”, “Otello”), i film spirituali (“Fratello sole, sorella luna”, “Gesù di Nazareth”), i film autobiografici (“Un tè con Mussolini”, “Callas forever”).

Il cuore della mostra è una grande sala dove sono esposte 55 tavole originali di bozzetti che Zeffirelli aveva immaginato per la trasposizione cinematografica dell’Inferno di Dante, progetto mai realizzato di una grande coproduzione internazionale al quale Zeffirelli aveva lavorato con entusiasmo nel 1972. Insieme ad esse, si può ammirare un’installazione multimediale realizzata da Daniele Nannuzzi e FXLab, che rielabora digitalmente gli studi preparatori per l’ambientazione delle varie scene del film.

Sono esposti anche quasi 300 tra bozzetti di scena e figurini di costumi disegnati da Zeffirelli. I manifesti, le locandine, le fotografie di scena che rievocano gli spettacoli sono accompagnate da istantanee scattate fuori scena o durante le prove. Inoltre 14 costumi e 6 modellini scenografici che rievocano nel modo più eloquente il clima artistico dei singoli spettacoli ne valorizzano di volta in volta gli elementi più significativi. Tutte le opere esposte sono accompagnate da didascalie in italiano e in inglese e da schede che riportano luogo, data e il cast degli spettacoli e dei film.

La mostra permanente è accompagnata da un video, proiettato in una sala collocata al centro del percorso: “The art of entertainment” realizzato da Pippo Zeffirelli.

Con la promozione 2x1, ossia due ingressi al prezzo di un biglietto intero, i soci possono visitare al Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo Franco Zeffirelli lo straordinario archivio del Maestro fra bozzetti di scena, disegni e figurini. Oltre che per il Museo, la promozione è valida anche per le mostre temporanee: fino al 31 luglio nella Sala della Musica del Complesso di San Firenze “Un nuovo volo su Solaris” ispirata al film di Andrej Tarkovski.

 

Tutte le date

Da: 01/06/2018

A: 31/12/2018

Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo_Fondazione Zeffirelli

Ingresso in convenzione per i soci (promozione 2x1) per il 2018.

Contatti

Tel. 0552658435

www.fondazionefrancozeffirelli.com

Prezzo per i soci: Ingresso 2x1

Prezzo per i non soci: 10,00 €

(Per i soci due ingressi al prezzo di un biglietto intero. La promozione è valida per il 2018.)

Eventi in evidenza

Gong

02/06/2018 - 14/10/2018

Marina Abramović. The Cleaner

21/09/2018 - 20/01/2019