Unicoop Firenze secondo le prescrizioni del Comune di Sesto Fiorentino, promuove un programma di informazione e ascolto della cittadinanza sulla realizzazione di un nuovo negozio nell’Area Ginori, compresa tra via Oriani e Via Pratese, a Sesto Fiorentino

Come nasce l'intervento

L’idea di realizzare il nuovo negozio nasce nell’ambito del piano di salvataggio promosso dalle istituzioni per fronteggiare la crisi industriale della manifattura di ceramiche Richard Ginori e garantire la continuità produttiva e occupazionale della storica azienda di Sesto Fiorentino.

Il piano di salvataggio è stato sottoscritto nel dicembre 2017 da Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Toscana, Comune di Sesto Fiorentino, Richard Ginori s.r.l. e Ginori Real Estate S.p.A.. Nel complesso, l’accordo tra le parti trovato nel Piano prevedeva diverse modalità di acquisto delle proprietà Ginori Real Estate poste in liquidazione: da un lato l’acquisto dello stabilimento industriale da parte di Richard Ginori srl (Gruppo Kering); dall’altro l’acquisto del complesso museale della manifattura di Doccia da parte del Ministero dei Beni Culturali. Per quanto riguarda i terreni delle due aree limitrofe al Museo invece, il piano riconosceva la possibilità di venderle separatamente a soggetti terzi, a condizione che il Comune di Sesto Fiorentino si impegnasse ad attribuirgli una destinazione commerciale.

Ed è qui che arriviamo noi. Nonostante il costo elevato di vendita, nel 2018 abbiamo deciso di investire in questa operazione di salvataggio acquistando le due aree, rispettivamente a destra e a sinistra del Museo, nella prospettiva innanzitutto di realizzare un nuovo negozio, accessibile e funzionale, che andasse a servizio dei tanti soci e abitanti che vivono tra il Neto e il centro.

Dopo l’approvazione della Variante al Regolamento Urbanistico (novembre 2019) che ha legittimato la trasformazione del terreno a uso commerciale e dato indicazioni circa le opere di urbanizzazione (strade, parcheggi, percorsi ciclopedonali, etc…) da realizzare insieme al nuovo negozio, l’intervento è adesso soggetto ad un ulteriore “step” preliminare del procedimento urbanistico: l’elaborazione di un Piano Unitario Convenzionato.

Qui si inserisce il programma di informazione e ascolto con il quale si apre un momento di confronto con i soci, gli abitanti e i rappresentanti della comunità di Sesto Fiorentino.

Cosa si prevede di realizzare

Il nuovo negozio sarà una “media struttura di vendita” che può avere una superficie massima di 2500 mq, e sicuramente sarà di dimensioni non inferiori a quelle dell’attuale Coop.fi di Via Leopardi che andrà a sostituire.
La realizzazione del supermercato sarà accompagnata da interventi quali la risistemazione della viabilità; la realizzazione di nuovi parcheggi, non solo di pertinenza del negozio ma anche di quelli pubblici; la realizzazione di una rotatoria, di un tratto di pista ciclabile su via Pratese (i cui platani saranno conservati intatti!).

Abbiamo affidato la progettazione del nuovo negozio allo Studio Sinter.

 


 
 

Come funziona e a cosa serve il percorso di ascolto e informazione

Per progettare e condurre il programma di ascolto e informazione ci siamo affidati a Sociolab, Cooperativa e Impresa sociale fiorentina, che si occupa specificatamente di partecipazione e ricerca sociale. Il programma messo a punto si rivolge ai portatori di interesse della città, agli abitanti della zona e ai soci Unicoop Firenze della sezione Sesto Fiorentino-Calenzano. Nel mese di luglio, quindi, si svolgeranno le seguenti attività:

- Momenti di approfondimento con i portatori di interesse locali, direttamente o indirettamente coinvolti dall’intervento (es. realtà limitrofe all'intervento, rappresentanti di sindacati e categorie economiche, rappresentanti della società civile etc...) attraverso interviste in profondità.

- Rilevazione del punto di vista degli abitanti e dei frequentatori della zona del Neto e dell’area Ginori. Dal primo al 15 luglio, i ricercatori di Sociolab si muoveranno nelle aree più frequentate della zona e, oltre ad informare circa la natura dell'intervento, chiederanno la collaborazione dei passanti per compilare un breve questionario volto a raccogliere motivi di preoccupazione, dubbi, opportunità percepite e opinioni rispetto alla costruzione del nuovo supermercato.

- Coinvolgimento e confronto con i soci Unicoop Firenze della sezione di Sesto Fiorentino - Calenzano nell’ambito di focus group, veri e propri momenti di lavoro facilitati per affrontare criticità, potenzialità e prospettive dell’inserimento nel quartiere del nuovo negozio che sostituirà l’attuale punto vendita del Neto.

Queste attività serviranno a analizzare e sintetizzare criticità e opportunità percepite, comprendere i bisogni informativi e raccogliere elementi di riflessione e contributi, quindi a produrre una guida informativa sull’intervento consultabile su queste pagine. La guida sarà corredata da schemi grafici e una sezione di FAQ (frequently answered question) volte a rispondere in modo puntuale, esaustivo e comprensibile a dubbi, preoccupazioni e richieste di chiarimenti raccolti.

 

Per maggiori informazioni scrivere a
processopartecipativoareaginori@unicoopfirenze.coop.it