Unicoop Firenze

Il Lago di Bilancino. Dal concepimento alla realizzazione

L’autore, sindaco di Barberino di Mugello dal 1999 al 2009, ricostruisce la storia del lago di Bilancino, invaso artificiale progettato per risolvere i problemi di approvvigionamento idrico dell’area fiorentina. Se l’idea di un serbatoio d’acqua in grado di “dissetare” Firenze risale alla seconda metà dell’Ottocento, è solo nel 1953 che il Comune incarica una commissione di tecnici per individuare possibili riserve idriche. Nel 1983, stipulata una convenzione ufficiale e attivati i finanziamenti, si darà inizio ai lavori, per arrivare infine all’inaugurazione della diga nel 1996. Il libro descrive in modo sintetico ma dettagliato i passaggi che portarono alla realizzazione della struttura, inclusi i ritardi, i cambi di progetto, l’innalzamento dei costi e perfino lo scandalo di Tangentopoli che arrivò a coinvolgere diversi amministratori e tecnici. Opera pubblica tra le più importanti a livello regionale il lago, da semplice serbatoio d’acqua come in un primo momento era stato concepito, è divenuta anche un’opportunità per lo sviluppo economico del Mugello, nel rispetto e nella tutela dell’ambientale.

L'autore

Gian Piero Luchi (Barberino di Mugello, Firenze, 1953) si è laureato nel 1977 in Storia del Risorgimento presso l’Università degli Studi di Firenze. È stato docente di materie letterarie nelle scuole medie inferiori e superiori del Mugello e nel Veneto. Dal 1996 è funzionario presso gli Enti previdenziali prima INPDAP poi INPS. Dal 1980 al 1995 è stato consigliere, assessore e poi vicesindaco del comune di Barberino di Mugello e infine sindaco dal 1999 al 2009.

Autore: . Editore: Mauro Pagliai. Genere: Saggistica

Prezzo di copertina: 14,00 €

Prezzo Unicoop Firenze: 11,90 €

Recensione

Il lago del Bilancino, opera antica e utilissima. Se ne parla dalla seconda metà del XIX secolo, per soddisfare la sete di Firenze e dei dintorni. Se ne riparla concretamente nel 1958, ma i lavori iniziano solo nel 1983-84, per concludersi nel 1996, quando venne inaugurata la diga. In mezzo anche scandali che porteranno ad arresti eccellenti (e all'assoluzione degli imputati). I costi: dai 283 miliardi di lire ai 650 miliardi a termine dei lavori. Oggi: un lago di 5 kmq, che raccoglie 69 milioni di mc, intorno 113 ettari di aree a verde, 20 km di piste pedociclabili e 6 km di strade carrabili. E poi: Firenze non ha più sete, l'Arno fa meno paura, il Bilancino è un gran bel lago per pescare, rilassarsi, andare in barca, fare il bagno, fare gare di ogni tipo. Nel 2004 è stata inaugurata l'oasi naturale di Gabbianello che ospita numerose specie di uccelli anche rari (gru, cicogna bianca, fenicottero, tarabuso, falco pescatore ecc.). Nel 2006 fu inaugurata la centrale idroelettrica che soddisfa le esigenze civili e industriali di un paese di 10.000 abitanti. Testi molto chiari e completi. Bellissima la documentazione fotografica.