Unicoop Firenze

Fatti e misfatti della famiglia Medici

L'autore

Luca Giannelli

Nato a Firenze il 30 ottobre 1960, animatore e motore della sua società Scramasax dal 1998 si è occupato con entusiasmo di ideazioni, progettazioni, eventi, mostre, allestimenti, progetti editoriali e come pittore ha animato la sua bottega d’arte.

Ha collaborato e coordinato fin dall’inizio all’allestimento del Museo del Calcio di Coverciano e di quello della Casa di Dante in pieno centro a Firenze.

Come pittore ha realizzato importanti mostre nel Palazzo Panciatichi sede della Regione Toscana, nel Palagio di Parte Guelfa, al castello di Poppi, al convento di Bosco ai Frati e fa parte con orgoglio dell’Antica compagnia del paiolo.

Il suo spiccato amore per la città di Firenze, la fiorentinità e le terre toscane lo ha portato a realizzare oltre ottanta pubblicazioni che si dipanano tra la storia, le tradizioni, l’arte, la cucina, lo sport, gli antichi mestieri e le memorie di questa nostra città.

I suoi libri sono entrati in migliaia di case di appassionati di storia fiorentina e non solo contribuendo alla conoscenza di quel mondo fondamentale che è il racconto della memoria storica.

Il suo lavoro è stato apprezzato da enti pubblici, Associazioni - in testa il Comune di Firenze - con i quali sono state realizzate numerose presentazioni in luoghi prestigiosi della città.

Autore: . Editore: Scramasax. Genere: Saggistica

Prezzo di copertina: 12,00 €

Prezzo Unicoop Firenze: 10,20 €

Recensione

Una mela al giorno toglie il medico di torno, ma non i Medici che, anzi, ci accompagneranno per tutto il 2018, con una elegante agenda che ogni settimana, con testi chiari, sintetici ma esaurienti, ci illustra fatti, aneddoti, personaggi, battaglie, opere d’arte che hanno contraddistinto la secolare storia dell’illustre casata fiorentina.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: dalla storia primigenia della famiglia che trova il capostipite in Giambuono e in uno dei successori, Giovanni di Bicci, l’autore delle prime gesta alla ri-fondazione di Livorno che doveva diventare il porto di uno Stato di terra con ambizioni da potenza marinara, dalla descrizione della Villa di Castello con le sue bellezze alla malaria che decimò una famiglia felice, quella di Cosimo I ed Eleonora d’Aragona, dalle misteriose morti di Francesco I e Bianca Cappello alla riabilitazione di Galileo..

Non si poteva che finire con il Patto di Famiglia siglato da Anna Maria Luisa, l’ultima esponente medicea. Con lei si estinse la casata pallesca, ma le sue straordinarie collezioni rimasero a Firenze per sempre e per la nostra fortuna.